Il “Titanic rischia di scomparire”, il video dei ricercatori a 3800 metri di profondità

I ricercatori sottomarini di OceanGate, attraverso video spettacolari, hanno lanciato l'allarme del veloce deterioramento del relitto del Titanic.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Dalla tragedia del Titanic, affondato nelle acque dell’oceano Atlantico nel 1912 dopo una collisione con un iceberg, sono passati oltre cento anni. Alcuni ricercatori hanno dato l’allarme che il relitto potrebbe scomparire. Così si sono immersi per realizzare delle immagini spettacolari.

Secondo i ricercatori sottomarini di OceanGate il Titanic “si sta rapidamente deteriorando” ed hanno deciso di immergersi fino a 3800 metri di profondità, dopo la prima missione di un mese fa, per scattare qualche foto e filmare alcune immagini dello storico transatlantico.

I video pubblicati dal gruppo sono spettacolari. Nel primo, di circa 16 secondi, si vede distintamente un balcone di prima classe; nel secondo invece, di 12 secondi, si scorge l’albero di prua che è crollato diversi anni fa. Infine nell’ultimo filmato di 10 secondi è ripreso il telemotore della nave, dove una volta c’era il timone.

OceanGate ha annunciato di voler continuare a filmare il Titanic per i prossimi anni così da seguire l’evoluzione del relitto del transatlantico.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

I Maneskin, hanno annunciato – dispiaciuti – attraverso un video su Instagram, che hanno dovuto rinviare le tappe del proprio tour “Loud Kids on Tour ’22” a causa del covid.
L’aumento delle bollette di energia e gas sta mettendo le famiglie a dura prova. I consigli del Presidente Codacons, Gianluca Di Ascenzo.