Vasco Rossi, lo sfogo: “Sono disponibile ma non sono a disposizione”

Vasco Rossi si sfoga sulle sue pagine social, parlando dell'insistenza dei fan e della loro continua presenza vicino a lui.
Un chiarimento particolare quello lanciato da Vasco Rossi sulle sue pagine Facebook e Instagram.

Vasco Rossi ha qualcosa da dire ai suoi supporter, e non intende usare mezzi termini. È un post dalle due facce quello condiviso dal cantante modenese, che ha condiviso tre foto insieme ai suoi fan.

All’apparenza, poteva sembrare un contenuto realizzato solamente al fine di apprezzarli, ma in verità, al suo interno si nasconde una leggera critica nei confronti di chi è troppo insistente e presente. Nonostante questo, filtra anche la forte gratitudine che Vasco Rossi prova verso di loro.

Leggiamo le sue parole.

“ Io sono disponibile
Ma NON sono
“a disposizione “ !
D’estate… Sotto casa mia è sempre festa… la gente viene per vedermi.. per un autografo… Una foto… trasmettermi l’entusiasmo
la passione
Molti si chiedono se a me fa piacere o no.
Io mi adeguo ! Mi adatto.
Tutto qua. Mi organizzo…
Tratto… Con loro .. certi orari e certi modi e.. faccio il possibile per accontentarne la maggior parte.
Qualcuno dice che sono umile… Ma umile non è una parola adatta a me. Diciamo che sono gentile e disponibile…
questo però non significa che io sia “a disposizione” .
Chi capisce questa differenza.. Ha capito tutto
Della vita…
E Anche di me.

L’autore di L’Amore L’Amore si dichiara disponibile ma non a disposizione. La differenza è a dir suo essenziale, come a voler sottolineare che lui è aperto e cortese con i fan, ma loro non devono pensare di avere Vasco sempre a propria disposizione per chiedergli foto, autografi e dediche.

Dall’altra parte, Blasco preferisce definirsi “gentile e disponibile” piuttosto che umile, perché, dice lui, “umile non è una parola adatta a me”. Insomma, un post di ringraziamento, di sfogo, ma anche di autoanalisi. D’altronde, lo sappiamo, Vasco Rossi non è mai scontato, nemmeno sui suoi profili social.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

L’insegnamento a scuola cambia: con i Professori Daniele Manni e Vincenzo Schettini, abbiamo capito come si sta evolvendo la didattica.