Tivoli, la Procura indaga per omicidio colposo sull’incendio all’ospedale

Potrebbero arrivare presto i primi avvisi di garanzia per l’incendio che ha devastato l’ospedale di Tivoli causando la morte di tre pazienti. La Procura, che indaga per omicidio colposo plurimo e incendio colposo, al momento avrebbe escluso il dolo. Le fiamme sono partite dall’esterno, dai rifiuti stoccati sul retro: la causa un corto circuito o forse un mozzicone di sigaretta. Sequestrate alcune aree dell’ospedale, l’autopsia sui corpi delle vittime dovrebbe fornire nuove indicazioni. Sotto la lente dei magistrati anche i piani di evacuazione e il sistema antincendio, aggiornato l’ultima volta nel 2016.

Intanto in una riunione tra dirigenti e personale sanitario è stata decisa la riorganizzazione, negli altri presidi dell’Asl Roma 5, di quanti operavano al San Giovanni Evangelista. Riprogrammate visite e interventi originariamente previsti nel presidio tiburtino. Il sindaco, Giuseppe Proietti, ha proclamato il lutto cittadino e assicurato che sono quasi terminati i lavori per allestire la tensostruttura a cui faranno riferimento le ambulanze come punto di primo intervento per erogare le prestazioni più semplici. Poi, l’annuncio di un nuovo ospedale che sarà realizzato a Bagni di Tivoli nel giro di pochi anni.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Liam Gallagher ha affermato che l’iniziativa per il ritorno sui palchi degli Oasis dovrebbe prenderla fratello Noel.
Nel Regno Unito, Mary Poppins è passato dall’essere un film per tutti a essere un film per bambini dai dodici anni in su.