Come difendersi dagli attacchi hacker?

Gli attacchi ed i furti di dati sensibili online sono sempre più frequenti, come difendersi?
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Questa mattina in Good Morning Kiss Kiss abbiamo parlato di sicurezza informatica ed hacker.

Gli attacchi ed i furti di dati sensibili online sono sempre più frequenti, come difendersi?

Lo abbiamo chiesto al direttore di agendadigitale.euAlessandro Longo:

“Ransomware? “Ransom” significa riscatto, “ware” richiama software: un software per chiedere un riscatto. Si tratta di un programma che cripta i dati di un pc o uno smartphone. Nelle ultime versioni, oltre a bloccare i nostri file, quest’ultimi vengono anche rubati. Conviene pagare o meno? Sappiamo che “Colonial Pipeline” ha pagato quasi 5 milioni di dollari per riavere i propri dati. In realtà i criminali gli hanno dato un software per riappropriarsi i dati ma non ha funzionato benissimo. Alcuni dicono che se sei disperato è bene pagare, anche se stai facilitando questo processo. Ormai è certo che non pagare molto spesso crea danni economici molto superiori al pagamento del riscatto, specialmente se sei un’azienda non preparata con ad esempio un backup. Tutelarsi? E’ importante, non c’è solo il ransomware ma ci sono anche altri attacchi molto frequenti come il “CEO Frode”…”

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

I Coldplay stanno lavorando ad una sorta di “musical” e Chris Martin parla della nuova canzone “Weirdo”.
Cosa indossa Achille Lauro nella quotidianità? Cosa ne pensa del DDL Zan? Sa cucinare?