Russell Crowe a disagio per il sequel de Il Gladiatore

Si stanno completando le riprese de Il Gladiatore 2 e Russell Crowe ha dato la sua opinione su questa nuova produzione alla quale non prenderà parte. L’attore neozelandese ha infatti dichiarato in un’intervista a Kyle Meredith With di non sentirsi a suo agio per quanto riguarda il sequel.

Il divo aveva raggiunto il successo mondiale proprio vestendo nel 2000 i panni di Massimo Decimo Meridio e per questo ruolo ha anche ricevuto l’Oscar al migliore attore. Sono passati tanti anni e il regista Ridley Scott ha terminando di girare il seguito de Il Gladiatore basato sulla storia di Lucius, nipote dell’imperatore Commodo.

Il Gladiatore 2 dovrebbe sbarcare nelle sale a novembre 2024 e tra gli attori del cast si possono citare i nomi di Paul Mescal, Joseph Quinn, Connie Nielsen e Denzel Washington. Russell Crowe ha quindi affermato di sentirsi stranito dal fatto che stiano girando un altro film in quanto il suo personaggio è morto e lui non ha avuto voce in capitolo su ciò che è stato fatto.

La star ha poi continuato dicendo di avere riflettuto sugli anni trascorsi e le tante porte che si sono aperte, ma a questa età forse avverte un po’ di gelosia e malinconia. Infine, ha anche fatto una battuta sul tempo che passa “Mi ricordo quando mi si vedevano ancora i tendini”.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare