Ana de Armas: “Ho chiesto a Marilyn il permesso di interpretarla”

Ana de Armas ha raccontato di essersi recata presso la tomba di Marilyn per avere una "benedizione" prima di interpretarla in Blonde.
Una storia molto particolare anticipa l’ormai imminente uscita di Blonde.

La carriera della bravissima e splendida Ana de Armas è definitivamente decollata. Dopo i ruoli in film di grande successo come Blade Runner 2049 e Knives Out – Cena con delitto, per l’attrice portoricana è arrivata la prestigiosa investitura come bond girl in No Time to Die. Ora, la sua ultima grande interpretazione è vicina a vedere la luce.

Si tratta di Blonde, il biopic di Andrew Dominik sulla diva più famosa di sempre, Marilyn Monroe. Presentato alla 79° edizione della Mostra del Cinema di Venezia, il film ha collezionato buonissime recensioni, con degli ottimi riscontri soprattutto per l’interpretazione di Ana de Armas. Blonde, prodotto da Plan B Entertainment – la compagnia fondata, tra gli altri, da Brad Pitt – e sarà rilasciato da Netflix mercoledì 28 settembre.

In una recente intervista, l’attrice naturalizzata spagnola ha confessato un aneddoto molto particolare. Prima dell’inizio della lavorazione di Blonde, Ana de Armas si è recata presso il Westwood Village Memorial Park Cemetery, dov’è sepolta Marilyn Monroe, per chiedere all’attrice il permesso di fare il film. Ovviamente, quello dell’attrice è stato un atto simbolico: per la precisione, de Armas ha rispettosamente posato un bigliettino vicino al loculo dell’indimenticabile icona. La protagonista di Blonde ha reputato doveroso questo gesto, necessitando di una sorta di “benedizione” da parte di Marilyn.

Mancano ormai pochi giorni all’uscita della pellicola di Andrew Dominik, che vedrà nel cast anche Bobby Cannavale nella parte di Joe DiMaggio, il secondo marito di Marilyn, e Adrien Brody nelle vesti dello sceneggiatore Arthur Miller, il terzo consorte della diva. Per quanto simbolico, il gesto di Ana de Armas ci ha fatto capire il suo enorme rispetto verso una delle più grandi icone mai esistite.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Il suo ultimo album, la sua carriera, la scena rap: l’intervista di Stefano Piccirillo a Fabri Fibra negli studi di Radio Kiss Kiss.
Su Radio Kiss Kiss, Stefano Zurlo ha raccontato delle sue inchieste sul caso Wanna Marchi e sull’arresto di Daniele Barillà.