Chiusura degli sportelli bancomat: cosa sta succedendo?

Questa mattina in Good Morning Kiss Kiss abbiamo parlato del mini allarme sulla chiusura dei bancomat dal 1 luglio con relativa impossibilità dei correntisti di prelevare denaro.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Questa mattina in Good Morning Kiss Kiss abbiamo parlato del mini allarme sulla chiusura dei bancomat dal 1 luglio con relativa impossibilità dei correntisti di prelevare denaro.

Ne abbiamo parlato con il presidente CODACONSGianluca Di Ascenzo:

“Chiuderanno gli sportelli? Alcuni istituti hanno annunciato che chiuderanno gli sportelli. La Banca d’Italia aveva già rilevato che rispetto al 2019 il 3,4% di filiali erano state chiuse. Al di là della manovra per contrastare l’evasione fiscale, c’è anche un tema di riduzione di filiali sul territorio italiano. Gli istituti che stanno annunciano questa manovra garantiranno il prelievo presso gli sportelli degli altri istituti bancari senza costi aggiuntivi. Gli organi di stampa hanno annunciato circa 831 sportelli in meno in Italia su 23.482. Sembra poco, però il dato che abbiamo letto su alcuni giornali è che su 7900 città, circa 2800 non hanno filiali. A tutti sarà capitato di avere problemi con il pagamento col bancomat, per questioni di rete ad esempio. Il POS? E’ obbligatorio, c’è anche una sanzione penale per chi non accetta il pagamento elettronico. Ci sono incentivi fiscali per agevolare l’adozione di queste tipologie di pagamento. A livello europeo si è deciso d’introdurre un tetto massimo per consentire il pagamento elettronico sotto i 5 euro con una commissione molto più bassa…”

Notizie del giorno

commenti

ti potrebbe interessare

Uno degli arcipelaghi più belli del pianeta! Simbolo della Sardegna e della nostra splendida Italia: La Maddalena.
Fortunago è uno di quei luoghi che rappresenta l’Italia vera, custode di un’identità importante!