Buon compleanno Greenpeace: 50 anni di battaglie per la salvaguardia del pianeta

Insieme a Giuseppe Onufrio, Direttore esecutivo di Greenpeace Italia, abbiamo ripercorso 50 anni di battaglie e parlato delle prossime in programma.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Questa mattina in Good Morning Kiss Kiss abbiamo parlato di Greenpeace e delle battaglie per aiutare il pianeta.

In occasione del 50° compleanno di Greenpeace è intervenuto Giuseppe Onufrio, Direttore esecutivo di Greenpeace Italia.

«La prima missione di Greenpeace portò dopo cinque mesi alla chiusura del sito dei test atomici. In realtà la missione non riuscì perché la Guardia Costiera americana riuscì a fermare il gruppo dei primi attivisti, bloccando l’azione. Ma l’eco fu talmente forte che nel giro di pochi mesi il sito fu chiuso. Poi c’è stata tutta la battaglia della moratoria sulla caccia alle balene; purtroppo alcuni paesi non la rispettano o la nascondono con la scusa delle ricerche scientifiche, però almeno la crisi che riguardava alcune di queste specie vicine all’estinzione è stata bloccata. Poi ricordiamo che fino al 1993/1994 era consentito scaricare le scorie nucleari a bassa e media attività in mare e Greenpeace ha impiegato 12-13 anni per bloccarle con campagne e azioni spettacolari. Nel 1992 c’è stata anche l’istituzione del Parco Marino in Antartide, che è un posto di tutti i cittadini del mondo in cui c’erano tanti interessi minerari, che per fortuna sono stati bloccati. Nel 1990 Greenpeace ha iniziato la campagna sul clima con azioni di protesta e con rapporti scientifici; oggi è stato dimostrato che avevamo ragione noi. C’è bisogno di pace tra gli uomini ma anche pace con l’ambiente, infatti Greenpeace vuol dire “pace verde”. L’Accordo di Parigi del 2015, anche se non sta dando i frutti sperati, è un accordo per il clima ma anche per la pace: bisogna uscire dall’era del petrolio per entrare nell’era dell’elettrico e del solare.»
«Nell’immediato abbiamo in programma la battaglia sul clima e sull’inquinamento da plastica. Ci stiamo battendo anche contro gli allevamenti intensivi.»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Questo momento di transizione verso il ritorno alla normalità è fondamentale per trasformare l’attività fisica in un’abitudine consolidata da inserire all’interno della propria routine settimanale.