Bonus statali e scadenze di settembre: quello che devono sapere i cittadini

Francesco Oliva, direttore responsabile di Informazione Fiscale, ha fatto chiarezza su scadenze fiscali e bonus statali.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Questa mattina in Good Morning Kiss Kiss abbiamo parlato di scadenze fiscali e di bonus statali.

Per fare un po’ di chiarezza è intervenuto Francesco Oliva, Direttore responsabile di informazionefiscale.it

«La settimana prossima, il 15 settembre, c’è la prima scadenza importante, una scadenza prorogata per i versamenti relativi alla dichiarazione dei redditi di possessori di partita iva. Settembre è il mese in cui ripartono anche le scadenze legate alla rottamazione. Abbiamo anche le scadenze delle rate per chi aveva iniziato già a pagare dalla fine del mese di giugno, oltre alle scadenze ordinarie del mese. Una scadenza importante è quella della dichiarazione dei redditi anticipata, che per mezzo di un DPCM è stata prorogata al 30 settembre.»
«Per quanto riguarda i bonus, invece, c’è il bonus risparmio idrico, che è un contributo una tantum di mille euro per le persone fisiche che devono sostituire i rubinetti e i sanitari (sia per l’installazione che per il bene acquistato) e non è prevista una spesa minima; però manca il Decreto attuativo. Il bonus filtraggio acqua o acqua potabile è per i depuratori ed è già attivo; è un credito d’imposta del 50% della spesa che viene sostenuta e potrà essere richiesto tra il 1° gennaio e il 28 febbraio dell’anno successivo a quello del sostenimento della spesa e può essere richiesto a prescindere dalla situazione economica.»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

L’uomo si è lanciato da un ponte levatoio con il suo SUV dopo aver distrutto la sbarra di accesso alla struttura.