Billie Eilish: la più giovane artista a vincere ai Golden Globe

La cantante di Los Angeles - classe 2001 - Billie Eilish, è la più giovane artista a vincere ai Golden Globe, con il brano "No Time to Die" scritta assieme al fratello Finneas O'Connell per il nuovo film di James Bond.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Classe 2001, Billie Eilish, la cantautrice statunitense salita alla ribalta nel 2016 con il singolo Ocean Eyes, è l’artista più giovane a vincere un Golden Globe, grazie al brano “No Time to Die”, co-scritta assieme al fratello Finneas O’Connell, per il nuovo film di James Bond, riuscendo a battere persino artisti dal calibro di Beyoncè in quella stessa categoria, ovvero “Miglior canzone originale”.

Non solo Beyoncè, il brano infatti ha battuto anche Lin-Manuel Miranda, Jennifer Hudson e Van Morrison per il primo premio ai 79° Golden Globe Awards. E “No Time to Die” è diventata la terza canzone della serie di James Bond a vincere il Golden Globe come miglior canzone originale dopo “Skyfall” di Adele e “Writing’s on the Wall” di Sam Smith.

La più giovane cantante a vincere un Golden Globe per la “Migliore canzone originale” ma forse anche la più giovane a puntare dritta all’Oscar: non è un mistero, infatti, che negli scorsi anni sei degli ultimi 10 vincitori del Golden Globe che hanno vinto in questa categoria, hanno poi vinto l’Oscar. Così ora, non resta che augurare alla Eilish lo stesso.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

I Maneskin, hanno annunciato – dispiaciuti – attraverso un video su Instagram, che hanno dovuto rinviare le tappe del proprio tour “Loud Kids on Tour ’22” a causa del covid.
L’aumento delle bollette di energia e gas sta mettendo le famiglie a dura prova. I consigli del Presidente Codacons, Gianluca Di Ascenzo.