Vitamina D, a cosa serve e cosa fare se c’è carenza

La vitamina D è indispensabile per il buon funzionamento dell'organismo. Il Dott. Alessandro Conte ci dà alcuni consigli.

Questa mattina in Good Morning Kiss Kiss abbiamo parlato della Vitamina D e della sua importanza per il nostro organismo.

Per approfondire l’argomento è intervenuto il Dott. Alessandro Conte, coordinatore “Dottore ma è vero che…?“:

«La vitamina D è molto importante per il ruolo che ha per le nostre ossa e per la cartilagine. Ma ancora non è stato compreso appieno quale sia il suo potenziale. Sappiamo che ci sono ricettori di questa vitamina in molti organi, che ha un ruolo importante per il funzionamento del nostro sistema immunitario, e che la sua carenza è riscontrata in alcune patologie particolari, come ad esempio nel Parkinson. Siamo ancora in una fase di studio per comprendere tutti i meccanismi. Al momento sappiamo che la sua funzione principale è legata all’assorbimento del calcio e al metabolismo osseo. La vitamina che sintetizziamo quando ci esponiamo al sole è la vitamina D3, quella che invece assorbiamo con la dieta è la vitamina D2. Durante i pasti principali, la presenza di grassi aiuta ad assorbire questa vitamina. I quadri di una grave carenza di vitamina D sono ormai molto rari, infatti quando ce ne è carenza, la si può dosare nel nostro sangue dopo aver consultato il medico curante o lo specialista. Una persona che fa attività fisica e che segue una dieta bilanciata, salvo prescrizione del medico, non dovrebbe integrare la vitamina D. Una persona anziana, invece, che potrebbe esporsi poco al sole o che potrebbe non seguire un’alimentazione bilanciata, potrebbe avere una piccola carenza. Bisogna sottolineare anche che, un eccessivo dosaggio di vitamina D, può addirittura farla diventare tossica per l’organismo.»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Dopo due anni difficili, il turismo italiano è in grande ripresa. Ne parliamo con il Dott. Domenico Pellegrino, CEO di Bluvacanze.
Molta confusione su scadenza Imu e cashback sanitario. Ne parliamo con Francesco Oliva di informazionefiscale.it