Torino, in un video i minuti che precedono la tragedia di Brandizzo

E’ agli atti dell’inchiesta il video girato con il cellulare poco prima della tragedia da Kevin Laganà, 22 anni, il più giovane degli operai morti nell’incidente ferroviario di Brandizzo.

Le immagini sono chiare, e così anche l’audio. Non sembrano esserci dubbi sulla tempistica del filmato, né purtroppo sulla dinamica di quanto poi accadrà di lì a qualche minuto: gli operai avrebbero cominciato a lavorare che ancora doveva passare l’ultimo treno e dunque senza autorizzazione scritta, il che aggrava la posizione dell’addetto Rfi, Antonio Massa, indagato assieme al capocantiere dell’azienda appaltatrice Andrea Girardin Gibin. In attesa del loro interrogatorio, i magistrati della Procura d’Ivrea hanno sentito la dipendente della sezione movimento di Chivasso che -in due telefonate- avrebbe detto espressamente di non procedere, e raccolto la testimonianza di un ex operaio che ha parlato di consuetudine nell’iniziare i lavori anche solo con un’autorizzazione verbale.

Il caso è stato al centro dell’audizione in commissione trasporti alla Camera dell’amministratore delegato di Rete Ferroviaria, Gianpiero Strisciuglio che difende l’azienda: “Da noi, mai nessuna deroga alle procedure di sicurezza”

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare