Quali sono le squadre rivelazione di Euro 2020?

Questa mattina in Good Morning Kiss Kiss abbiamo parlato dei campionati europei di calcio che si stanno giocando in questi giorni in giro per il Vecchio Continente.

Questa mattina in Good Morning Kiss Kiss abbiamo parlato dei campionati europei di calcio che si stanno giocando in questi giorni in giro per il Vecchio Continente.

Con una partita sofferta, gli azzurri di Roberto Mancini hanno battuto l’Austria conquistando il pass per i Quarti di Finale dove troveranno il Belgio. I fiamminghi hanno sconfitto i campioni in carica del Portogallo e si giocheranno la semifinale con l’Italia il prossimo venerdì alle 21:00.

Di questo e di tanto altro abbiamo chiacchierato con il giornalista Maurizio Compagnoni:

“Difficoltà dell’Italia? Non è pensabile avere tutte partite in discesa in un Europeo. Abbiamo giocato un ottimo primo tempo e supplementare, nel secondo tempo abbiamo avuto un po’ di fortuna. L’Austria è una squadra solida e scomoda da affrontare, credo che chi affronterà la Svezia avrà lo stesso problema. Nelle ultime 4 partite la Svizzera ha fermato la Francia, stasera chissà come finirà. Similitudini con l’Italia del 2006? Ce ne sono ma questa Italia somiglia di più all’Italia del 1988 con un calcio più sbarazzino e qualitativo. Non abbiamo i campioni del 2006, ma sembriamo più squadra da qualche punto di vista. La fase a eliminazione diretta è un altro sport, basta un episodio per cambiare tutto: un esempio è quello che è successo con l’Olanda. Nella fase a gironi sei più tranquillo, nella fase a eliminazione ti viene il panico. Rivelazioni? L’Ungheria, anche se è andata fuori, visto il girone pazzesco in cui ha fermato il Portogallo e la Francia. Poi attenzione alla Svezia, sono forti fisicamente ed hanno qualità in avanti…”“Difficoltà dell’Italia? Non è pensabile avere tutte partite in discesa in un Europeo. Abbiamo giocato un ottimo primo tempo e supplementare, nel secondo tempo abbiamo avuto un po’ di fortuna. L’Austria è una squadra solida e scomoda da affrontare, credo che chi affronterà la Svezia avrà lo stesso problema. Nelle ultime 4 partite la Svizzera ha fermato la Francia, stasera chissà come finirà. Similitudini con l’Italia del 2006? Ce ne sono ma questa Italia somiglia di più all’Italia del 1988 con un calcio più sbarazzino e qualitativo. Non abbiamo i campioni del 2006, ma sembriamo più squadra da qualche punto di vista. La fase a eliminazione diretta è un altro sport, basta un episodio per cambiare tutto: un esempio è quello che è successo con l’Olanda. Nella fase a gironi sei più tranquillo, nella fase a eliminazione ti viene il panico. Rivelazioni? L’Ungheria, anche se è andata fuori, visto il girone pazzesco in cui ha fermato il Portogallo e la Francia. Poi attenzione alla Svezia, sono forti fisicamente ed hanno qualità in avanti…”

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Dopo sei anni Beyoncé torna con un nuovo album dal titolo “Renaissance”. L’uscita è prevista per il 29 luglio.
Prenotare le vacanze online comporta sempre un rischio truffe. Ne parliamo con Alessandro Petruzzi, vicepresidente Federconsumatori.