Puntura di insetto, zanzara e medusa: cosa fare

Cosa fare in caso di puntura di insetto, zanzara e medusa? Ce ne parla il Dott. Filippo Fassio, allergologo.

Questa mattina a Radio Kiss Kiss con Max e Max abbiamo parlato delle puntura di insetto, zanzara e medusa.

Per fare il punto della situazione è intervenuto il Dott. Filippo Fassio, allergologo:

Se fossimo punti da una medusa a mare, cosa dovremmo fare?
«Iniziamo col dire che le meduse possono essere fastidiose per chi vuole godersi il bagno a mare, ma le meduse che troviamo dalle nostre parti non sono pericolose in quanto a reazioni tossiche. Non causano danni potenzialmente mortali. C’è un rischio teorico di reazione allergica, ma anche questo è molto raro. Da non sottovalutare, invece, se si dovesse verificare la puntura quando si è al largo, perché agitandosi nel tentare di tornare sulla riva, ci si potrebbe affaticare. La regola principale è quella di non farsi prendere dal panico, così da cercare di arrivare a riva in maniera sicura. Poi si cerca di gestire la situazione per minimizzare il fastidio. Sicuramente bisogna lavare bene la parte della puntura con acqua salata, che è meglio dell’acqua dolce per lavare via le tossine della medusa. Se dovessero rimanere dei piccoli tentacoli adesi alla pelle, si possono rimuovere, ovviamente non con le mani o almeno indossando dei guanti. Una volta tolti i piccoli residui di tentacoli ed aver lavato bene la parte, è stata fatta la gran parte del lavoro. Poi, volendo, si possono fare degli impacchi con il ghiaccio o con qualcosa di molto freddo. Si può anche immergere la parte in acqua calda. Questi interventi hanno un effetto lenitivo, ma non sono indispensabili.»

Cosa bisogna fare, invece, se ci si accorge di avere una zecca addosso?
«Anche in questo caso, il pericolo è limitato. La zecca può portare un agente infettivo, la “Borrelia”, che in alcuni casi può portare la malattia di Lyme; ma il rischio è veramente limitato. Quando si ha a che fare con una zecca, consiglio sempre di contattare il medico di famiglia, tanto non è un’emergenza da risolvere necessariamente in cinque minuti. Se anche la zecca restasse attaccata per mezza giornata, non cambierebbe molto. In alcuni casi si procede con una terapia antibiotica dopo che la zecca è stata rimossa, però è il medico a stabilirlo dopo aver visionato la parte su cui la zecca si era attaccata.»

È pericoloso per i bambini piccoli avere tanti morsi di zanzara o è una cosa che rientra nella normalità?
«Come prima cosa, sappiamo che le zanzare non pungono tutti allo stesso modo. Ciò può cambiare nel corso della vita. Sicuramente una pelle umida per il sudore è più appetibile per le zanzare, forse per questo i bambini sono sempre pieni di punture. Da questo punto di vista non ci sono preoccupazioni particolari, è semplicemente una cosa molto fastidiosa. Così si possono utilizzare le contromisure del caso, come i repellenti, indumenti con pantaloni lunghi e maniche lunghe, compatibilmente con il clima.»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Prenotare le vacanze online comporta sempre un rischio truffe. Ne parliamo con Alessandro Petruzzi, vicepresidente Federconsumatori.
Oggi ci troviamo ad Agazzano, uno splendido comune dell’Emilia-Romagna in provincia di Piacenza. Scopriamo insieme le attrazioni e il cibo.