Milano, sei morti e ottanta feriti per un incendio scoppiato in una Rsa, il rogo non sarebbe doloso

Si aggrava il bilancio dell’incendio che, la scorsa notte, ha colpito la Rsa “Casa per Coniugi” di proprietà del comune di Milano in zona Corvetto che ospitava centosessantasette persone.

I morti sono saliti a sei, cinque donne e un uomo tra i 69 e gli 87 anni, due di loro sono deceduti a causa delle fiamme e gli altri quattro per un’intossicazione da fumo. Ottantuno i feriti, due dei quali versano in gravi condizioni. Circa metà degli anziani presenti nella casa di riposo sono stati soccorsi e portati in quindici ospedali del capoluogo lombardo e dell’hinterland milanese con sintomi da intossicazione, altri sono stati trasferiti nella parte di struttura non interessata dalle fiamme.

Le cause del rogo -scoppiato nella camera di due delle vittime- sono ancora d’accertare, ma al momento pare si possa escludere l’origine dolosa.

“E’ un bilancio pesantissimo e abbiamo ancora un paio di persone ricoverate in una situazione delicata” ha affermato il sindaco Sala giunto sul posto per aggiornarsi di persona sulla situazione .

Ancora in corso l’intervento di bonifica dei vigili del fuoco che sono riusciti a domare tempestivamente il rogo. Transennata e chiusa al traffico la strada in cui si trova la residenza.

Foto: www.quotidiano.net

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare