L’ultimo saluto del mondo dello spettacolo a Maurizio Costanzo

Un addio da parte di tutto il mondo dello spettacolo, che si stringe per ricordare la grande vita e la grande carriera di Maurizio Costanzo.

La leggenda del mondo dell'informazione e dello spettacolo ha lasciato un ricordo indelebile.

Giornalista, conduttore, autore, ma anche speaker, sceneggiatore e paroliere, di certo definire Maurizio Costanzo in poche parole non è facile. La carriera di Costanzo è iniziata negli anni '50, all'inseguimento del lavoro dei suoi sogni: il giornalista. Già negli anni '60 il suo estro si allarga a nuovi ambiti, tra il lavoro di autore radiofonico e le parole, come quelle scritte insieme a Ghigo De Chiara e musicate dal Maestro Ennio Morricone, di Se Telefonando, capolavoro della musica italiana a cui solo l'immensa Mina poteva dar voce.

Gli anni '70 sono stati fondamentali per il consolidamento della figura di Maurizio Costanzo nel mondo del giornalismo, della televisione e dell'arte, permettendogli di fondare, nel 1982, uno dei programmi più longevi e iconici della tv italiana: il Maurizio Costanzo Show. Oltre all'indimenticabile salotto del talk show, Costanzo si è contraddistinto per i suoi editoriali radiofonici e cartacei, per l'impegno contro la mafia, per programmi di grandissimo successo come Buona Domenica, nonché altri ruoli di rilievo come la cattedra in Teoria e applicazioni del linguaggio televisivo all'Università La Sapienza di Roma e il ruolo di responsabile alla comunicazione della sua squadra del cuore, appunto, la Roma.

Queste sono solo alcune delle infinite tappe percorse nella straordinaria vita del giornalista. Vediamo come altri colleghi del mondo dello spettacolo lo hanno salutato sui social.

Gerry Scotti, Carlo Conti e Paolo Bonolis hanno voluto ricordarlo con la stessa foto, tutti insieme in compagnia anche di Enrico Mentana, e con la stessa didascalia: Ciao Maurizio, i tuoi ragazzi.


Significativo anche il ricordo di Gianni Morandi, che scrive: È un grande dolore. Ci conoscevamo da sempre, gli volevo bene. Ciao, Maurizio.


Si unisce anche Amadeus, dal neonato profilo personale che sta riscuotendo un grande successo. Questo il suo messaggio: Un immenso dolore. Maurizio Costanzo ha reso grande la radio e la televisione.


Nek si lascia andare a un videomessaggio molto toccante per ricordare il suo amico Maurizio Costanzo.


Alessandra Amoroso ha scritto un ricordo personale profondo e commovente: Un uomo buono, un grandissimo giornalista, una persona che sapeva andare oltre… Ricordo ancora la mia intervista, piangevo come una matta. Ricordo una quotidianità fatte di cose semplici. Ciao signor Maurizio… e oggi capisco tante cose. Un abbraccio grande con tutto l’amore che ho a Maria con Gabriele, Camilla e Saverio.


Un'altra testimonianza dal mondo della musica, quella di Gianluca Grignani nel suo ultimo post. Un Giornalista, un Uomo, un Rivoluzionario Sociale ma sopratutto un grande Sognatore! Così voglio ricordarti io, caro Maurizio. Ora il mio pensiero va a Maria e ai tuoi figli, vi stringo in un abbraccio
Buon viaggio, Gian


Un bel ricordo anche quello di Morgan, che si lascia andare a un lungo messaggio: Maurizio Costanzo sia d’esempio a tutti i giornalisti, perché ha fatto del giornalismo letteratura, cosa che oggi non si crede più possibile e i primi a non crederlo sono i giornalisti stessi. Fu sceneggiatore (la casa dalle finestre che ridono, capolavoro di Pupi Avati), fu autore di canzoni (Se telefonando, capolavoro di Mina), fu autore di libri, format televisivi, direttore di quotidiani, non c’è nulla che nel campo della cultura non abbia fatto da vero maestro. La definizione corretta è questa: Maurizio Costanzo, polimata italiano.


Anche Mara Venier utilizza delle belle parole e una splendida foto per il suo collega: Ciao Maurizio…una vita assieme …. R.I P.


Non ci sono parole. Davvero, Maurizio, ho sempre pensato che questo giorno non sarebbe arrivato mai. Per la persona che sei, la profondità che hai, la cultura che hai sempre elargito e la tua sagace ironia, questo paese perde TANTISSIMO. Abbraccio infinitamente Maria, Gabriele, Camilla e Saverio. Eri Vita. buon viaggio. Si aggiunge così anche Simone Ventura.


Così Loredanza Bertè nel suo profilo ufficiale: Caro Maurizio, la notizia della tua scomparsa mi sconvolge. Raramente ho conosciuto una persona così colta, aperta e rivoluzionaria. Hai fatto la storia della comunicazione in Italia. Un abbraccio forte a Maria (ti ho nel cuore), ai tuoi figli e a tutti i tuoi cari. Chissà quante cose ancora ti saresti inventato… Loredana


Ciao Maurizio. quanti, troppi, ricordi! Si aggiunge così Anonella Clerici ai saluti alla storica firma romana.


Commovente anche il lungo ricordo di Sandra Milo, che aveva un rapporto d'amicizia di lunghissima durata con Maurizio Costanzo. Non posso pensare che tu non ci sia più… Che dolore! Che sconforto! Ci siamo conosciuti agli albori della tua carriera da giornalista, quando eravamo entrambi giovanissimi, e negli anni non ci siamo mai persi. Quanto bene ti ho voluto e quanto te ne voglio. Nessuno mai ha avuto il grande cuore che avevi tu. Io so di cosa tu sia stato capace di fare in amicizia. Non ti dimenticherò. Tutto il mio affetto e il mio sincero cordoglio a Maria De Filippi e ai tuoi figli. Queste le sue parole.


Gigi D'Alessio, nel suo profilo ufficiale, si aggiunge al cordoglio: Ricorderò per sempre quello che hai fatto per me. Ciao Maurizio, mi mancherai.


Un ricordo dolce anche da parte di Cristiano Malgioglio, un altro che con Costanzo ha avuto un rapporto decennale. Non ci voleva questo dolore. Questa notizia mi ha spaccato il cuore. Ci lascia il più Grande di tutti. Gli volevo troppo bene …e lui era troppo affettuoso con me. Mancherai a tutti noi Maurizio.


Ezio Greggio, molto legato al conduttore, ha scritto un ricordo profondo: Addio Maurizio. Te ne sei andato così all’improvviso e certamente, non è solo un modo di dire, “lasci un grande vuoto”. La prima cosa che mi viene in mente è il mio primo incontro nel tuo show con Enzo Iacchetti col quale è iniziata una storia che dura da 30 anni. Grazie. Sei stato un pilastro della tv sia Rai che Mediaset, hai inventato un genere che ha permesso a tanti personaggi di farsi conoscere ed affermarsi con un tuo stile unico e inconfondibile. Sono felice di averti sentito un mese fa, ero ospite della tua trasmissione radio con Carlotta Quadri : hai riso tanto mentre raccontavo aneddoti dei nostri incontri al tuo show, di quando eri direttore a Canale 5 o di quando ti facevamo gli scherzi io e Enzo travestiti da donna da Maria a "C'è posta per te". Ciao Maurizio, salutami Gassman, Sordi, Manfredi, Raimondo e Sandra, Mike, Corrado e tutti quelli che troverai di la per l’ennesimo “Maurizio Costanzo Show “ a casa di San Pietro


Potevi andare via solo così. Sipario - scrive Paola Perego.


Infine, un ricordo da una voce storica della nostra radio, Pippo Pelo, che ha voluto salutare Costanzo con un semplice ed elegante Grazie.


Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Con l’incremento dei pagamenti elettronici, la mancia sta sparendo sempre di più. È davvero così? Come stanno le cose.