Le domande da farsi prima di adottare un cane

Ggni cane ha i propri bisogni e ogni famiglia adottiva ha il dovere di tenerne conto.

Far entrare un cane nella propria famiglia è una scelta di cuore, ma che va ponderata e presa con coscienza. Adottare significa dare un’opportunità di felicità non solo al nucleo familiare, ma soprattutto al cane.

Ci sono tanti aspetti, quindi, che vanno considerati prima dell’adozione, perché un cane è una scelta per la vita. Come consiglia l’educatore cinofilo Massimo Perla, intervenuto a Radio Kiss Kiss, vanno analizzati alcuni aspetti importanti.

Per fare ciò bisogna porsi le seguenti domande fondamentali:

Razza o meticcio?
Se la famiglia ha desiderio di adottare un cane di razza, dovrà scegliere tra le circa 400 razze canine esistenti. In questo caso dovrà valutare le necessità proprie di ogni singola razza, prima tra tutte il contesto giusto in cui vivere. Ad esempio, un cane San Bernardo, che ha le zampe adatte per camminare sulla neve, potrebbe soffrire in un luogo molto caldo o che lo allontani troppo dal suo ambiente naturale. Nel caso in cui si scelga di adottare un meticcio, l’aspetto più positivo è quello di toglierlo da un canile o da una condizione disagiata. Potrebbe, però, essere necessario ricorrere all’aiuto di un educatore nel caso in cui il cane abbia subìto traumi profondi.

Dove viviamo?
Se la famiglia vive in un contesto cittadino molto caotico con rumori forti e assordanti, il cane, soprattutto se già grande e cresciuto in luogo tranquillo, potrebbe avere qualche problema di adattamento.

Come viviamo?

Se i membri della famiglia trascorrono la maggior parte della giornata fuori casa, il cane potrebbe soffrire di solitudine e risentire di una condizione quasi di abbandono.

Abbiamo tempo da dedicare al cane?

Se la famiglia decide di prendere un cucciolo o comunque un cane giovane, deve mettere il conto che l’età lo porta a voler giocare, e anche tanto. Bisogna quindi essere disponibili al gioco e a tutte le stimolazioni di cui necessita.

Com’è composta la nostra famiglia?

Nella scelta bisogna tener conto anche di tutti i membri del nucleo familiare: se ci sono bambini, altri cani o gatti. Il nuovo arrivato potrebbe non essere idoneo alla presenza di altri animali o potrebbe non avere grande affinità con i bambini.

Cosa voglio dal cane?

Ogni animale ha le sue caratteristiche e la scelta del cane deve essere fatta anche sulla base delle nostre necessità: se siamo disposti a portarlo in giro, a correre e ad avere una vita dinamica, la scelta potrebbe ricadere su un cane vivace; al contrario, se desideriamo trascorrere la maggior parte del nostro tempo a casa, dovremo optare per un cane “tranquillo” e più sedentario.

Il grande desiderio di donare amore ad un cane o di sottrarlo ad una condizione precaria talvolta spingono le persone a prendere decisioni affrettate senza valutare ogni dettaglio della scelta. Ma, come si è visto, ogni cane ha i propri bisogni e ogni famiglia adottiva ha il dovere di tenerne conto.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Su Radio Kiss Kiss, Alessandro Longo ha spiegato come l’UE raccomanda di procedere in caso di problemi dovuti all’Intelligenza Artificiale.