Inflazione alta in Usa, il costo del denaro potrebbe aumentare ancora

La banca centrale americana lascia i tassi fermi ai massimi da 22 anni, ma lascia la porta aperta a un rialzo

La Fed continuerà a monitorare i dati economici ed è pronta ad aggiustare la propria politica monetaria laddove necessario. È sotto a questo monito che si muove l’economia statunitense in questi giorni. Per il secondo mese consecutivo, dunque, i tassi di interesse restano invariati e ai massimi da ventidue anni. Il costo del denaro negli Stati Uniti è compreso in uno scarto tra il 5,25% e il 5,50%.

Non sono esclusi nuovi rialzi

La Federal Reserve non esclude, tuttavia, un nuovo rialzo dei tassi. Tutto dipenderà dai dati economici che potrebbero indurre ad aggiustare la politica monetaria. La banca centrale americana interverrà in presenza di rischi che potrebbero impedire il raggiungimento del target di inflazione del 2%.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

La quattordicesima è alle porte per i lavoratori che ne hanno diritto e ognuno sceglie di utilizzare l’extra per acquistare beni specifici