Incentivi auto: si allarga la platea che può usufruirne

Ancora 300 milioni di incentivi auto da utilizzare: tutte le info su Radio Kiss Kiss con Claudio Cangialosi.
Questa mattina, in Good Morning Kiss Kiss, abbiamo parlato di motori e incentivi auto. Per fare il punto, è intervenuto l’esperto di motori Claudio Cangialosi.

Bentornato Claudio! Incentivi auto: a chi sono rivolti, come si fa la domanda e come si quantificano?

«Buongiorno a voi, Kiss Kiss a tutti! Gli incentivi auto sono partiti da un po’ di tempo, come sappiamo. Ma un intervento da parte del MISE ha ampliato la platea a cui sono rivolti. Fino a oggi, questi incentivi, soprattutto per le elettriche e plug in, non hanno ottenuto i risultati sperati: ci sono ancora 300 milioni di euro inutilizzati. Allora, il Ministero ha scelto di aumentare del 50% il bonus. Quindi, oggi se vogliamo acquistare una vettura e abbiamo l’isee inferiore a 30.000 euro, il bonus sale a 7500 euro in caso di rottamazione, 6000 euro senza rottamazione. La vettura non deve valere più di 35.000 euro iva esclusa, quindi circa 43.000 euro. Vale anche per le plug in, cioè quelle auto ibride che fanno molti chilometri in elettrico.»

Siccome spesso le persone cercano escamotage: se qualcuno compra una macchina con l’incentivo e poi la rivende a qualcuno con isee oltre i 30.000 euro, può farlo?

«In questo momento non ci sono vincoli. L’unico è che se si ha un veicolo da rottamare, questo deve essere posseduto dalla persona da almeno 12 mesi.»

Abbiamo letto dei primi test alle auto a idrogeno, potrebbero essere davvero una soluzione?

«Le auto a idrogeno sono una situazione complicata. Le sperimentazioni esistono da tempo, ma adesso si sta spingendo in quella direzione perché può essere quello che nel gergo tecnico è definito vettore energetico diverso rispetto all’elettrico puro. Ci sono una serie di progetti in corso, ma è una situazione particolare. Però possiamo dire che sono ripartiti anche gli incentivi per le moto, che arrivano al 40% del costo del veicolo per un massimo di 4000 euro per chi rottama, mentre per chi non rottama è del 30% per un massimo di 3000 euro. Mentre è importante da dire che le e-bike non sono omologate, solo ciclomotori.»

Grazie Claudio per le precisazioni, ci aggiorneremo sulle vetture a idrogeno, che meritano un approfondimento.

«Grazie a voi!»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Su Radio Kiss Kiss, abbiamo scoperto le meraviglie di Alta Val Tidone, guidate dalle parole del Sindaco Franco Albertini.
“All I Want For Christmas Is You” è il classico natalizio per eccellenza. Ma quanto porta, ogni anno, nelle tasche di Mariah Carey?