Formaggi italiani fake: gli Stati Uniti vogliono portarli in Europa

Falsi formaggi italiani che gli Stati Uniti vogliono portare sul mercato europeo. La denuncia di Coldiretti.

Questa mattina a Radio Kiss Kiss con Max e Max abbiamo parlato dei formaggi italiani che vengono imitati in tutto il mondo.

Per fare il punto della situazione è intervenuto Lorenzo Bazzana, responsabile economico Coldiretti:

Gli Stati Uniti vogliono copiare i nostri formaggi. Cosa sta succedendo?
«In realtà da anni gli Stati Uniti copiano i nostri formaggi. Il problema è che ora vorrebbero fare un salto e portare i formaggi anche in Europa. Inoltre, il termine “parmesan” è un nome generico e non una denominazione di origine. Gli americani stanno cercando di far passare il concetto che il parmesan sia un formaggio con delle caratteristiche più o meno note.»

Anche il pecorino romano, che loro chiamano “Romanello”, ha un nome generico?
«Dal loro punto di vista sono tutte designazioni generiche e quindi vorrebbero massificare questi prodotti per conquistare il mercato europeo e le tavole degli europei con questi prodotti che invece non possono essere commercializzati, perché vanno contro la regolamentazione comunitaria, che protegge invece questi nomi e questi prodotti.»

Siamo pronti ad arginare questa invasione di prodotti?
«Io credo che non ci siano proprio le condizioni per cui questi prodotti possano arrivare sul mercato europeo, perché c’è una legislazione comunitaria che tutela questi nomi. Quindi, un conto sono i mercati fuori dall’Unione Europea, altro sono i mercati dell’Unione che dovrebbero essere protetti. Poi, ogni giorno succedono cose nuove, per cui è sempre meglio stare in guardia. Tra l’altro, un conto è copiare, un altro conto è utilizzare i nomi.»

Come sta andando la produzione estiva dei formaggi?
«Beh, la produzione è in un momento molto particolare, perché c’è una situazione altalenante dei costi (carburante, materie prime) e c’è anche il problema del caldo e della siccità, che dal punto di vista della produzione non sono il massimo.»

È vero che i formaggi in estate non sono buoni quanto lo sono d’inverno?
«Secondo me, è una leggenda metropolitana. Tra l’altro, in estate gli animali sono più portati a stare all’aperto ed hanno un pascolo più composito, che è molto positivo.»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Prenotare le vacanze online comporta sempre un rischio truffe. Ne parliamo con Alessandro Petruzzi, vicepresidente Federconsumatori.
Oggi ci troviamo ad Agazzano, uno splendido comune dell’Emilia-Romagna in provincia di Piacenza. Scopriamo insieme le attrazioni e il cibo.