Educazione fisica alle elementari: essenziale per i bambini

Educazione fisica alle elementari, quanto è importante per i bambini? Moltissimo, e per spiegare il perché è intervenuta Jill Cooper, Fitness Coach.

Questa mattina in Good Morning Kiss Kiss abbiamo parlato della possibile introduzione dell’ora di educazione fisica alle elementari.

Per approfondire l’argomento è intervenuta Jill Cooper, Fitness Coach:

«I bambini hanno bisogno di socializzare e anche di giocare, perché giocando si impara. Nel gioco si imparano anche tante lezioni, come vincere con grazia e perdere con onore. In America, già alle elementari, si ha un’ora di educazione fisica al giorno. Lo sport è fondamentale non solo per i muscoli e per la crescita, ma anche per la coordinazione e per correggere atteggiamenti posturali sbagliati. In Italia ci sono tantissimi casi di scoliosi, lordosi, cifosi tra i bambini e pochissima coordinazione (che si impara solo da piccoli). Quindi, anche solo un’ora a settimana di ginnastica a scuola, è fondamentale.»

Come capire quale sport può essere adatto ai nostri bambini?
«Il bambino stesso ci aiuta a capire cosa gli piace fare. Ma in ogni caso, noi genitori possiamo indirizzarlo. Che sia calcio, danza, ginnastica, o qualunque altro sport, la cosa importante e che i bambini siano in gruppo e imparino a giocare insieme. La sportività è fondamentale per il successo futuro. Le persone più aggressive sono spesso quelle meno sportive, perché non sanno che esistono delle regole. Lo sport aiuta i bambini a scaricare le energie e a dormire meglio, senza far impazzire i genitori. Bisogna, però, tenere lontani i bambini da tutto ciò che potenzia troppo la muscolatura, tipo la pesistica, perché accorcia le leve, e se si appesantiscono i muscoli, viene inibita la crescita.»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Dopo sei anni Beyoncé torna con un nuovo album dal titolo “Renaissance”. L’uscita è prevista per il 29 luglio.
Prenotare le vacanze online comporta sempre un rischio truffe. Ne parliamo con Alessandro Petruzzi, vicepresidente Federconsumatori.