Eclissi solare, un evento unico: cos’è e come guardarla

Oggi, un'eclissi solare è stata avvistabile dall'Italia. Su Radio Kiss Kiss, Luigi Bignami ci ha spiegato come avviene e come guardarla.
Questa mattina, in Good Morning Kiss Kiss, abbiamo parlato dell’eclissi parziale di sole avvenuta oggi. In diretta con noi, ne ha parlato Luigi Bignami, giornalista scientifico.

Ciao Luigi benvenuto! Perché si verifica l’eclissi solare?

«Buongiorno a voi! Si verifica perché la luna passerà, oggi parzialmente, tra la terra e il sole. Una fetta del nostro sole verrà oscurata dal passaggio della luna. In molti si chiedono “ma facendo il giro attorno alla terra, non dovrebbe essercene una ogni 28 giorni?” Qui entra in gioco l’inclinazione del piano su cui la luna ruota intorno alla terra, motivo per cui le eclissi si verificano raramente. Purtroppo, noi italiani, dopo quella del 1961, dovremo aspettare fino al 2081.»

Ecco, spesso non pensiamo alla rarità di certi eventi, che ci fanno pensare che siamo un granellino di sabbia nell’universo.

«Queste cose, che da un punto di vista scientifico non hanno la rilevanza che avevano secoli fa, ci invitano comunque ad alzare gli occhi al cielo e a ridimensionarci. Sono degli spettacoli che vale la pena osservare.»

Quando guardiamo i tuoi documentari ci chiediamo, ad esempio: ma i Maya come facevano a prevedere le eclissi con così tanta precisione?

«Passavano il tempo a osservare le stelle, il sole, la luna. Riuscivano, attraverso osservazioni continue, a prevedere quale sarebbe stato il movimento degli astri. Chi di noi al mattino quando si alza guarda dov’è la luna? Nel passato c’erano queste persone che lavoravano per i loro sovrani per osservare il moto delle stelle e della luna. Questi “maghi del cielo” prevedevano gli eventi astrali e acquisivano dei sedicenti poteri magici. Ci hanno trasmesso delle cose molto interessanti e capivano cose che noi non possiamo capire con la mera osservazione.»

Un ultimo consiglio: come guardare un’eclissi?

«Mai guardarla a occhio nudo! Crea moltissimi problemi, soprattutto per le eclissi parziali. Si possono usare dei fogli particolari che si trovano in cartoleria o i famosi occhiali da saldatore. Quello è il modo migliore e più pratico per guardare un’eclissi. Non fotografatela nemmeno col cellulare perché è lo stesso.»

O basta guardare il canale 158! Grazie Luigi!

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Su Radio Kiss Kiss, abbiamo scoperto le meraviglie di Alta Val Tidone, guidate dalle parole del Sindaco Franco Albertini.
“All I Want For Christmas Is You” è il classico natalizio per eccellenza. Ma quanto porta, ogni anno, nelle tasche di Mariah Carey?