Dieta mediterranea: è efficace per chiunque? Come gestire gli sgarri?

La dieta mediterranea ha un'efficacia universale? E come si può fare quando si sgarra? Ce lo spiega la dott. Carotenuto su Radio Kiss Kiss.
Questa mattina, in Good Morning Kiss Kiss, abbiamo parlato di dieta e alimentazione sana con la dottoressa Adriana Carotenuto, nutrizionista.

Buongiorno Dottoressa! Si dice che la dieta mediterranea, non a caso proclamata patrimonio immateriale dell’umanità, possa essere una regola universale per far dimagrire tutti, è vero?

«Buongiorno a voi! Diciamo che esiste una dieta equilibrata e consapevole per vivere in salute senza ingrassare, ma non esiste una dieta universale per perdere peso. La quantità di nutrienti è quella riferita alla dieta mediterranea: 45% di carboidrati, 20-30% di grassi e 15-30% di proteine. Le regole base della dieta mediterranea.»

Quindi, sono regole per un sano vivere, non per dimagrire.

«Sì, per essere in salute. È stato ampiamente dimostrato che queste regole che vanno bene per tutti e fanno vivere sanamente. Proprio negli ultimi mesi, i masi esperti mondiali in materia di nutrizione hanno proposto una dieta universale, che prende spunto proprio da quella mediterranea. L’idea è di raddoppiare gli alimenti di origine vegetale e dimezzare quelli di origine animale. Siamo universalmente famosi!»

Quali sono gli elementi che possono portare a scegliere il regime nutrizionale più adatto a noi?

«In questo caso, vanno presi in considerazione diversi aspetti soggettivi. Età, sesso, lavoro, ad esempio. Chi fa un lavoro sedentario ha un consumo energetico diverso di chi lavora utilizzando il corpo. Anche lo sport, le patologie. E soprattutto, ricordiamoci che la bilancia da sola non è un indicatore né dello stato di salute né dei chili da perdere. Meglio allontanarla.»

C’è una domanda che si fanno tutti: ad ogni dieta corrispondono relativi sgarri, come gestire gli sgarri?

«Rinunciare al proprio piatto preferito, a una cena di lavoro o a un aperitivo è l’errore più facilmente commesso. È quello che spinge più frequentemente ad abbandonare la dieta. Lo sgarro è normale, è umano, sono necessari nel corso della dieta. Non bisogna rinunciare a essere felici: un regime di totale privazione non fa bene a nessuno. Se una sera usciamo con gli amici, è giusto mangiare tutto quello che ci va senza pensare alle calorie. Ma proprio tutto: primo, secondo, aperitivo. Ad esempio, vi è mai capitato di prendere il pezzettino in avanzo di cotoletta dal piatto? Perché le cose che fanno ingrassare sono queste piccole cose, un pezzettino di formaggio mentre si cucina, il cucchiaio di maccheroni in più. Non è il singolo sgarro il problema. E soprattutto, il giorno dopo lo sgarro, niente digiuno! Si riprende la dieta assegnata.»

La Dottoressa ci tranquillizza. Grazie mille dei consigli!

«Buona giornata e Kiss Kiss a voi!»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

L’ex membro dei Take That Robbie Williams pare essere un vicino di casa molto fastidioso per Jimmy Page, chitarrista dei Led Zeppelin.