Criptovalute e NFT, come evitare le truffe

Investimenti in criptovalute e NFT: Alessandro Longo, direttore agendadigitale.eu, ci mette in guardia dalle tante truffe.

Questa mattina in Good Morning Kiss Kiss abbiamo parlato di criptovalute, NFT e di cripto-truffe.

Per approfondire l’argomento è intervenuto Alessandro Longo, direttore di agendadigitale.eu:

«Questo mondo, di cui stiamo parlando, sta attirando miliardi di dollari di investimenti negli Stati Uniti, molta speculazione e al centro di tutto questo c’è la blockchain (registro che annota tutte le transazioni). Grazie a questo registro, che è pubblico ed è distribuito tra i vari utenti, si può stabilire con certezza chi ha scambiato una certa valuta e un certo NFT; dà autenticità a quello scambio e a quell’NFT. L’NFT è una copia digitale autenticata, ed unica, di una qualsiasi cosa, come un’immagine, una musica o un’opera d’arte. Così come le valute, possono essere acquistate e scambiate, possono acquistare valore o perderlo.»

«Ci sono, però, tante possibili truffe. Ad esempio sull’NFT, che può essere falso, ma viene dichiarato come “autentico”. O anche con le criptovalute: è capitato che qualcuno ne ha inventata una finta, le ha vendute e poi è scappato con il malloppo. Sono successi anche episodi di furti: di portafogli e criptovalute. Quindi, il rischio speculativo è molto alto. Dobbiamo investire solo se siamo degli esperti e solo i soldi che pensiamo di poter perdere senza problemi. Sono investimenti ad altissimo rischio. Oggi un bitcoin vale circa 37mila dollari; nei massimi, invece ne valeva 70mila dollari. Quindi, chi ha acquistato bitcoin nei massimi, ha perso quasi la metà del capitale.»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare