Casa, detrazioni importanti per il 730/2022

Importanti detrazioni che riguardano la casa e agevolazioni per i giovani. Ne parliamo con Gian Battista Baccarini, Pres. FIAIP.

bonus-casa

Questa mattina a Radio Kiss Kiss con Max e Max abbiamo parlato delle possibili detrazioni per il 730/2022 che riguardano gli immobili.




Per fare il punto della situazione è intervenuto Gian Battista Baccarini, Presidente nazionale FIAIP (Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali):

Quali sono le agevolazioni legate alla casa e quali sono i bonus attualmente previsti per i giovani?
«Allora, le agevolazioni sono davvero tante e ci sono i bonus fiscali legati alla casa. In particolare, c'è il bonus ristrutturazione e chi decide di ristrutturare la casa può detrarre il 50% delle spese sostenute fino ad un massimo di 96mila euro, quindi ne sono 48mila, recuperabili in dieci quote annuali. Poi ci sono gli ecobonus, che vanno dal 50% al 65% dei costi sostenuti sempre in dieci anni e in questi rientra il superbonus 110%. Quest'ultimo è prorogato per 4 anni. Poi c'è il bonus arredi, che riguarda gli immobili oggetto di ristrutturazione, e la quota può arrivare fino al 50% della spesa sostenuta per l'acquisto di arredi ed elettrodomestici, con un massimale di 10mila euro per quest'anno, che poi si abbasserà nel 2023 e 2024 a 5mila euro. Inoltre, ci sono il bonus verde, per chi voglia risistemare il giardino, e il bonus facciate.»

Ci può dare qualche dettaglio anche per i giovani?
«Per i giovani ci sono due misure. Una che riguarda gli affitti, cioè chi è in affitto: può detrarsi il 20% del canone annuo di locazione fino ad un massimo di 2000 euro ed un minimo di 991 euro; questo riguarda i primi quattro anni di affitto e i requisiti sono quelli di avere dai 20 ai 31 anni non compiuti, deve trattarsi di abitazione principale, quindi con residenza, non deve esserci la dimora dei genitori all'interno e il reddito non deve essere superiore ai 15500 euro circa. Per la compravendita c'è il noto bonus giovani under 36 e durerà per tutto il 2022. L'obiettivo è quello di favorire l'accesso alla casa, quindi l'autonomi abitativa, per circa un milione di giovani. I requisiti sono: avere un'età inferiore ai 36 anni (non compiuti nell'anno in cui viene richiesta l'agevolazione), avere un Isee annuo non superiore ai 40mila euro e deve riguardare una casa destinata ad essere abitazione principale. Si tratta di avere una garanzia dello Stato fino all'80% e di una serie di agevolazioni.»

Come sta andando in questo momento?
«Con il nostro centro studi nazionale FIAIP abbiamo registrato negli ultimi sei mesi dell'anno scorso un +30% di compravendite di giovani under 36. Poi ci sono burocrazie importanti e molti istituti di credito non conoscono in dettaglio la misura, quindi al cittadino consiglio di affidarsi a società di mediazione del credito, che hanno consulenti che possono accompagnare i giovani in questa delicata fase di acquisto della casa.»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Il bonus mamme 2024 si allarga anche alle mamme coinvolte nella Pubblica Amministrazione. Dovrebbe essere erogato nel mese di maggio.
Molte novità tecnologiche al giorno d’oggi arrivano dalle ricerche sullo spazio. Ma storicamente è sempre stato così.