Capodanno cinese, tutte le curiosità sulla celebrazione

È iniziato il Capodanno Cinese, tra tradizioni e curiosità. Ce ne parla la Professoressa Alessandra Pezza dell'Università Bicocca.
capodanno cinese

Questa mattina in Good Morning Kiss Kiss abbiamo parlato del Capodanno cinese e delle curiosità di questa celebrazione che durerà per le prossime due settimane.

Per approfondire l’argomento è intervenuta la Prof.ssa Alessandra Pezza, dell’Università Bicocca:

«Il Capodanno cinese è una festa che dura quindici giorni. È iniziato con la prima luna nuova del mese di gennaio e terminerà con la prossima luna piena, che quest’anno ci sarà il 15 febbraio, in cui ci sarà la Festa delle Lanterne. Questa, per tradizione, era una festa agricola, legata al nuovo raccolto, all’arrivo della primavera, alle speranze per il nuovo anno. Di conseguenza, a questa festa e all’idea del rinnovamento, si lega anche una serie di tradizioni, tra cui quella di pulire completamente la casa nei giorni precedenti l’evento e indossare solo vestiti nuovi. Poi ci sono anche alcune abitudini legate all’auspicio di buona fortuna per l’anno che viene: i cinesi mangiano tutti insieme e in particolare mangiano i ravioli, che ricordano la forma di un lingotto, con l’auspicio che portino ricchezza. La tigre è un elemento molto maschile, molto forte e coraggioso, quindi questo anno della Tigre sicuramente non sarà un anno di stasi. Qui in Italia si avverte un po’ questa “diffidenza” dei cinesi, ma è solo una percezione, perché i cinesi sono estremamente accoglienti e calorosi. Durante questa festa, sia in Cina che in Italia, a me è capitato di non restare mai da sola. C’è sempre qualcuno che ti accoglie in casa, per non farti sentire solo e per mostrare le tradizioni. Chiaramente a volte la lingua non aiuta alla comunicazione, ma fare gli auguri ai cinesi per il capodanno è un buon modo per socializzare.»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Prenotare le vacanze online comporta sempre un rischio truffe. Ne parliamo con Alessandro Petruzzi, vicepresidente Federconsumatori.
Oggi ci troviamo ad Agazzano, uno splendido comune dell’Emilia-Romagna in provincia di Piacenza. Scopriamo insieme le attrazioni e il cibo.