Vince un concorso fotografico ma rifiuta il premio: “L’ho creata con l’intelligenza artificiale”

E nasce il dilemma etico sull'arte: si può competere in un concorso fotografico avvalendosi dell'intelligenza artificiale?

È l'incredibile storia di Boris Eldagsen, fotografo da quasi 35 anni.

pseudomnesia boris elgadsen intelligenza artificiale
PSEUDOMNESIA | The Electrician di Boris Eldagsen

I Sony World Photography Awards (SWPA) sono tra i più importanti concorsi fotografici del mondo, in cui si assegnano premi in varie categorie. Tra queste, c'è "Open - Creative", in cui competono singole immagini sia di professionisti che di dilettanti. Quest'anno, il premio è stato vinto dal fotografo tedesco Boris Eldagsen con lo scatto "PSEUDOMNESIA | The Electrician".

Per la giuria che ha assegnato il premio, si tratta di "un inquietante ritratto in bianco e nero di due donne che richiama il linguaggio visivo dei ritratti di famiglia degli anni Quaranta". C'è, però, un aspetto fondamentale da considerare: non si tratta di una foto che ritrae soggetti reali del mondo, bensì è stata generata grazie a un'intelligenza artificiale, per l'esattezza l'avanzatissima Stable Diffusion.

Il fotografo non aveva specificato l'origine della foto fino all'assegnazione del premio, che ha prontamente rifiutato. Ecco le sue ragioni: "Partecipando nella sezione Open, ho voluto provare ad accelerare il processo di presa di coscienza della differenza tra le fotografie scattate da esseri umani e quelle generate dall’intelligenza artificiale da parte degli organizzatori del premio" - ha dichiarato l'artista.

Eldagsen ha poi concluso: "Le immagini create con l’IA e la fotografia non dovrebbero competere tra loro in un premio come questo. Sono cose diverse. L’intelligenza artificiale non è fotografia. Pertanto non accetterò il premio." La sua, insomma, oltre a essere una grande prova di maestria col mezzo tecnologico, è stata innanzitutto una forma di protesta. La preoccupazione, in questo senso, è molto alta tra gli addetti ai lavori e non solo.

La risposta degli organizzatori del SWPA non si è fatta attendere. Il comitato ha chiarito che nella categorie erano ammesse fotografie ottenute con qualsiasi dispositivo. Non avendo specificato una regola contraria, SWPA ha confermato la vittoria da parte di Boris Eldagsen è definitiva e inappellabile. Resterà da capire se, in futuro, apparirà una regola anti-intelligenza artificiale. L'artista vincitore di quest'anno, evidentemente, si augura di sì.


Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

L’aftermarket report stilato da Sicurauto evidenzia alcuni paradossi per quanto riguarda i costi di manutenzione delle auto elettriche.
Giorgio Panariello e Marco Masini sono stati negli studi di Radio Kiss Kiss per parlarci del loro nuovo spettacolo e tanto altro.