Auto elettriche: le nuove regole per i neopatentati

Adeguamento delle patenti con il boom delle auto elettriche: cosa cambia? Ce lo ha spiegato Salvatore Ambrosino su Radio Kiss Kiss.
Questa mattina, in Good Morning Kiss Kiss, abbiamo parlato di auto elettriche e nuove regole per le patenti. Per fare il punto, è intervenuto l’esperto di motori e patenti Salvatore Ambrosino.

Cosa cambia dal punto di vista della potenza delle auto, con le auto elettriche, e come questi cambiamenti influiscono sulla patente?

«C’è un po’ di fermento su questi cambiamenti, ma riguardano i neopatentati. Siccome prima c’era un limite di potenza massimo di 70 kilowatt, questo limite non avrebbe permesso ai neo patentati di guidare nessun veicolo elettrico. Perché quando questa legge è stata fatta non si parlava di mezzi elettrici. Solamente per le macchine elettriche e le plug in, cioè quelle che non si ricaricano autonomamente ma si possono caricare a casa, è stato eliminato il tetto massimo ed è stato aggiunto il rapporto tra peso e potenza fino a 65 kilowatt anziché 55. In poche parole, non è cambiato nulla per tutte le auto a benzina o diesel, hanno aggiunto un paniere di auto elettriche o plug in che si possono guidare appena presa la patente. È un provvedimento migliorativo.»

Ci sono delle auto elettriche che sono molto più performanti delle termiche però, non è un provvedimento un po’ ardito?

«Sì, perché le macchine elettriche hanno un grande rendimento, a parità di condizioni sono molto più potenti. Nella parte iniziale le elettriche hanno una bella potenza.»

Cosa cambia con la nuova legge per la patente A e A2?

«È una legge già passata ma che ancora non si può applicare, ma non so quanto il Ministero dei Trasporti abbia in testa questo argomento. È già tutto deciso, allora: prima tu potevi fare la patente A1 per 125cc a 16 anni, poi dopo due anni si doveva fare un altro esame. Con la nuova legge, dopo due anni si dovrà fare un corso pratico nella scuola guida. Hanno eliminato l’esame, perché sarebbe stato ripetitivo rifarlo.»

In ultimo, a cosa deve stare attento chi rinnova la patente dopo i 50 anni?

«Non cambia nulla, ma purtroppo la chimica dice che si hanno meno riflessi. La durata del rinnovo passa dai 10 anni ai 5 anni, tutto qui.»

Questo vale per i nuovi cinquantenni?

«Se tu hai rinnovato la patente a 49 anni, poi devi aspettare 10 anni e rinnovarla a 59, dopodiché il rinnovo scatta ogni 5 anni. È sempre stato così, non è una novità.»

Ciao Salvatore, grazie!

«Grazie a voi!»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Su Radio Kiss Kiss, abbiamo scoperto le meraviglie di Alta Val Tidone, guidate dalle parole del Sindaco Franco Albertini.
“All I Want For Christmas Is You” è il classico natalizio per eccellenza. Ma quanto porta, ogni anno, nelle tasche di Mariah Carey?