Auto elettriche: gioie o dolori? La risposta in un report

Tanti dubbi in merito alle auto elettriche e alle spese ad esse connesse. Ne parliamo con Claudio Cangialosi di sicurauto.it

Questa mattina a Radio Kiss Kiss con Max e Max abbiamo parlato di auto elettriche e del loro “lato oscuro”.

auto-elettriche

Per fare il punto della situazione è intervenuto Claudio Cangialosi, direttore sicurauto.it:

«Il report “Auto elettriche e connesse: impatto su aftermarket e consumatori” è basato su un lavoro durato cinque mesi. Abbiamo cercato di fare chiarezza su alcuni aspetti legati sia alle auto elettriche che a quelle connesse. In primis, abbiamo confrontato i piani di manutenzione di circa 25 vetture (tradizionali, elettriche, ibride) per capire effettivamente di quanta manutenzione queste vetture necessitano. Abbiamo contattato aziende leader nel settore (assistenza stradale, assicurazioni, noleggio a lungo termine) per capire cosa conoscono di queste vetture e per farci dare dati in anteprima. È venuto fuori che le auto elettriche necessitano anche di manutenzione, a differenza del fatto che si dice che non ne hanno mai bisogno, così come succede per le auto tradizionali che vanno in officina ogni anno. Alcune auto elettriche, addirittura, necessitano anche di più ore di manutenzione rispetto a quelle tradizionali. Questo, però, non significa che le auto elettriche devono essere demonizzate, ma è bene conoscere questi dati.»

«Un’altra cosa interessante è venuta fuori contattando un’azienda di assicurazioni. Si dice che le auto elettriche vengano usate molto in città e che facciano meno chilometri di percorrenza e meno incidenti. Abbiamo scoperto, invece, che il 20% della percorrenza aumenta se si ha un’auto elettrica, facendo più chilometri all’anno delle auto tradizionali. Questa situazione porta un aumento della percentuale degli incidenti per le auto elettriche e i costi di riparazione sono del 50% in più rispetto alle auto tradizionali.»

«Un’altra cosa interessante è capire quali sono i guasti delle auto elettriche e perché vengono portate in officina. Ovviamente i controlli classici (telaio, pneumatici, ecc.) ci sono. Oggi il 50% dei guasti è dovuto alla batteria 12 volt, che è il tallone d’Achille delle auto elettriche, ed è la batteria di avviamento delle nostre vetture. Ciò accade perché questa batteria è responsabile del funzionamento della vettura quando questa è completamente spenta. Ad esempio, serve per riconoscere le chiavi, per l’accensione del GPS, l’avviamento; praticamente è il “cervello” dell’auto. Il problema è che la batteria da 12 volt viene stressata quando l’auto è spenta ma ci sono tanti sistemi in stand-by.»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Un autografo dell’ex Beatles Paul McCartney sarà messo all’asta a Città del Messico. Il prezzo stimato è tra i 2.900 e i 2.400 dollari.
Ernia, rapper milanese, classe 1993, è stato ospite a Radio Kiss Kiss nel programma “Stasera…Che serie!” con Lucilla.