Alimentazione e influenza: la dieta migliore per prevenire e affrontare i mali stagionali

L'influenza stagionale è alle porte: quale alimentazione è quella giusta per non prendersela o combatterla al meglio?

Questa mattina, in Good Morning Kiss Kiss, abbiamo parlato di alimentazione e influenza con la dott. Adriana Carotenuto, nutrizionista.

Buongiorno dottoressa, bentornata! È in arrivo l’influenza, le stime parlano di 4-5 milioni di italiani che la subiranno: come proteggersi con l'alimentazione? E il cioccolato fondente al 95% è buono o è esagerato?

«Buongiorno! Allora, il cioccolato fondente rappresenta una delle fonti più generose di flavonoidi. Però, diciamo che per quanto riguarda la protezione dalle forme influenzali e parainfluenzali non ci aiuta moltissimo. In questo caso, la dieta a base di frutta e verdura, ormai lo sanno tutti, è quella che ci protegge di più. Quella più nominata è sempre l'arancia, che insieme agli altri agrumi, quindi limoni, mandarini e pompelmi, abbonda di Vitamina C. la cosa interessante è che sono sufficienti piccole quantità, circa 60 milligrammi al giorno, per aumentare le difese immunitarie. Un arancia ne contiene 45, basta una spremuta di arancia al mattino ed è fatta. Ma in realtà, i veri alleati sono i kiwi. Perché sono una sorgente di Vitamina C con un contenuto maggiore dell'arancia perché ne contiene 90 milligrammi contro 45. E poi hanno un contenuto elevato di antiocianine, che sono degli antiossidanti che rendono più difficile l'attacco di virus e batteri. Poi hanno le fibre, che hanno un'azione probiotica, quindi aumentano il numero dei batteri benefici nell'intestino. Ma quindi, tutti questi multivitaminici che comprano tutti in questo periodo, le farmacie ne sono piene, non sono sempre utili e non sono per tutti. Vanno utilizzati solo in determinate condizioni di carenza, nell'atleta agonistico. L'utilizzo errato prolungato può portare forme di ipervitaminosi e può essere pericoloso.»

Durante l’influenza, quando oramai l'influenza ce la siamo beccata, quale consiglio alimentare è indispensabile? Al netto del brodino e della pastina.

«Esatto. Innanzitutto, il rimedio della nonna, il buon brodo, è sempre il primo alleato. Se è caldo abbastanza crea vasodilatazione, quindi è benefico per le vie aeree superiori, crea effetto fluidificante. Hai detto una cosa super perfetta. Però, la verdura da mettere nel brodo è fondamentale, cavolfiori, cavoli, broccoli nelle minestrine hanno un'azione antiinfiammatoria.»

La minestrina meglio di pollo o di verdura? Sfatiamo questo mito.

«Entrambi vanno benissimo, comunque il brodo di pollo ha tante proteine e durante l'influenza ha un effetto positivo. Ma cibi troppo pesanti a volte, con l'influenza, non riusciamo proprio a mangiarli. La cosa fondamentale è integrare liquidi, bere acqua, mangiare verdure.»

Grazie dottoressa!

«Kiss Kiss a tutti voi!»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Dal 7 al 9 marzo all’università Bocconi di Milano si terrà l’edizione 2024 del Festival del Management. Scopriamo i temi.
Liam Gallagher ha affermato che l’iniziativa per il ritorno sui palchi degli Oasis dovrebbe prenderla fratello Noel.