Caldo record nel 2023, Copernicus avverte: “La situazione potrà solo peggiorare”

Non ci sono più dubbi. Il 2023, con una temperatura media globale che ha superato di 1,46°C quella del periodo preindustriale è l’anno più caldo da quando si misura la "febbre" del pianeta Terra. Anche novembre -come i cinque mesi precedenti- ha infatti segnato temperature mai registrate prima. "L'ultimo semestre è stato davvero scioccante e gli scienziati stanno esaurendo gli aggettivi per descrivere la situazione” afferma la vicedirettrice di Copernicus, Samantha Burgess avvertendo che la situazione potrà solo peggiorare: "A meno che non facciamo qualcosa per risolvere la nostra dipendenza dai combustibili fossili, la temperatura aumenterà e ciò significa che inondazioni catastrofiche, incendi, ondate di caldo e siccità continueranno".

La conferma di Copernicus arriva mentre a Dubai si svolge la Cop28 -la conferenza dell'Onu sul clima- dove i negoziatori stanno elaborando le prime bozze della dichiarazione sul Global Stocktake, il bilancio su quanto fatto finora per contrastare il cambiamento climatico. Ma è ancora tanto quello che resta da fare, visto che le emissioni di gas climalteranti non si fermano. Nel 2023 il totale raggiungerà i 40,9 miliardi di tonnellate. Le sole emissioni del trasporto aereo internazionale sono aumentate del 28,2% in un anno. Ma l’inquinatore numero uno resta il carbone, che rappresenta il 41% delle emissioni globali e il cui utilizzo è aumentato, soprattutto in Cina e India, mentre è diminuito drasticamente nell'Unione europea e negli Stati Uniti, che tuttavia lo sostituiscono con il gas. In aumento anche le emissioni del petrolio (32% del totale). Secondo gli scienziati è ormai inevitabile che la soglia di 1,5°C di riscaldamento globale venga superata e c’è il 50% di possibilità che ciò accada in soli sette anni.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Liam Gallagher ha affermato che l’iniziativa per il ritorno sui palchi degli Oasis dovrebbe prenderla fratello Noel.
Nel Regno Unito, Mary Poppins è passato dall’essere un film per tutti a essere un film per bambini dai dodici anni in su.