Alla scoperta di Guardiagrele, la porta della Majella in provincia di Chieti

In questo appuntamento di "Saluti da Kiss Kiss" Max&Max ci portano a Guardiagrele, la porta della Majella.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Ogni giorno in Good Morning Kiss Kiss vi portiamo alla scoperta dei luoghi più belli e suggestivi della nostra penisola.

Oggi facciamo tappa a Guardiagrele, splendido borgo in provincia di Chieti.

Scopriamolo insieme al sindaco Donatello Di Prinzio.

«Guardiagrele è uno dei borghi più belli d’Italia. si può visitare il borgo e si possono visitare anche le attrazioni naturalistiche, infatti siamo anche sede legale del Parco Nazionale della Majella. Abbiamo molte località, le montagne e un parco avventura a circa 950 metri d’altezza. Ci sono quattro musei, di cui tre del comune. Il Museo Archeologico ha reperti archeologici di una necropoli; il Museo Medievale con reperti anche di Guardiagrele; il Museo del Costume e delle arti e mestieri della città. Entrando a Guardiagrele da Porta della Fiera si arriva alla Chiesa della Collegiata di Santa Maria Maggiore, una chiesa maestosa, unica sul territorio, costruita su una vecchia chiesa più piccola. Poi c’è il Chiostro di San Francesco che è sede municipale. A Guardiagrele i giovani stanno investendo nell’arte orafa e hanno aperto molte botteghe; qui, inoltre, c’è la sede regionale dell’Artigianato artistico. Per quanto riguarda i piatti tipici, a Guardiagrele ci sono le braciole di cavallo o di asina, polpettine rosolate un po’ piccanti. Tra i dolci, invece, ci sono le “sise delle monache”, fatte di pan di Spagna farcito con crema pasticcera.»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

I dati – allarmanti – arrivano dal WWF e fotografano una terribile realtà: il re della savana rischia seriamente di sparire dal globo.
Questa mattina in Good Morning Kiss Kiss abbiamo parlato di seconde case.