L’ultimo saluto di tutto il mondo a Pelè

Nella serata di ieri, si è spenta la leggenda del calcio Pelé, una mancanza che ha acceso il cordoglio di tantissimi grandi personaggi.
Il mondo si è fermato per un saluto a una delle più grandi leggende della storia dello sport.

Edson Arantes do Nascimento, per tutti Pelé, si ci ha lasciati all’età di 82 anni. Annoverato tra i più grandi calciatori di sempre, insieme a giocatori come Maradona, Messi e Platini, O Rei è stato il primo esempio di calciatore moderno, in grado di compiere giocate individuali di altissima fattura e, con queste, di dare vero e proprio spettacolo e decidere le partite. Insieme a Pelé è nata la figura del numero 10, che fino ad allora era un numero tra gli altri, ma dopo di lui è diventato sinonimo di stella del calcio. Per l’occasione, in Brasile sono stati indetti tre giorni di lutto nazionale.

Con 757 reti nelle partite ufficiali, è stato (prima che Cristiano Ronaldo infrangesse questo record) il più grande marcatore della storia del calcio. Considerando, però, le partite non ufficiali, Pelé mantiene tutt’ora questo primato, che risulterà quasi sicuramente insormontabile. Sono infatti ben 1.283 le reti messe a segno da O Rei.

Di seguito, un breve elenco dei suoi record [fonte: Wikipedia].

  • Calciatore ad aver segnato più reti (654) in competizioni nazionali e statali di massima divisione (605 nei campionati, dei quali 6 in playoff e spareggi e 49 nel Torneo Rio-San Paolo) ed in assoluto con squadre militanti nei tornei di massima divisione (680).
  • Calciatore ad aver segnato più gol in campionato (o massima competizione nazionale) con la stessa maglia (568 gol nel Santos).
  • Calciatore ad aver segnato più gol con la stessa maglia in un club sudamericano (643 nel Santos). Il primato è stato assoluto fino al dicembre 2020, quando è stato battuto da Messi con il Barcellona.
  • Maggior cannoniere della storia della Selecão e miglior media gol a partita in nazionale verde-oro (77 reti in 92 presenze, pari a 0,84 gol/partita) tra coloro che hanno messo a segno almeno 30 reti.
  • La FIFA gli riconosce il maggior numero di reti realizzate in assoluto in carriera, nonostante le sue marcature totali siano oggetto di dibattito e, stando ai dati ufficiali, non sia il più prolifico bomber della storia del calcio (1281 gol comprensivi di amichevoli, incontri non ufficiali e nelle giovanili, che si riducono a 757 accreditati).
  • Ha segnato almeno 50 reti per 4 stagioni durante l’arco della sua carriera (al pari di Bican e Peyroteo). Hanno fatto meglio di lui solo Cristiano Ronaldo e Lionel Messi con 6. Unico nella storia ad aver segnato più di 70 gol tra club e nazionale in due annate (1958 e 1965).

Tutto il mondo ha reso omaggio a Pelé e sta continuando a farlo. Ecco alcuni post di grandissime personalità del mondo del calcio e dello spettacolo che hanno reso omaggio alla leggenda, a partire dallo splendido post scritto da Neymar, in cui si legge:

Prima di Pelé, il 10 era sono un numero. Ho letto questa frase da qualche parte, ad un certo punto della mia vita. Ma questa bellissima frase è incompleta. Direi che prima di Pelé il calcio era solo uno sport. Pelé ha cambiato tutto. Ha trasformato il calcio in arte, intrattenimento. Ha dato voce ai poveri, ai neri soprattutto: ha dato visibilità al Brasile. Il calcio e il Brasile hanno elevato la propria condizione grazie al Re! Se n’è andato, ma la sua magia rimarrà. Pelé è ETERNO!

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Leo Gassmann è stato ospite nei nostri studi sanremesi, parlandoci della sua esibizione al Festival e dei suoi progetti futuri.
Chiara Ferragni, prima co-conduttrice del Festival di Sanremo 2023 ha indossato i cosiddetti “abiti manifesto”. Scopriamo insieme perché.