Tropico – Che Mme Lassat’ A Fa

TROPICO. Grandi novità per il progetto solista di Davide Petrella. Il nuovo singolo “Che mma lassat’ a fa”. Su Radio Kiss Kiss dal 21 luglio

È una delle penne più originali, caratteristiche e innovative della nuova musica italiana: stiamo parlando di Davide Petrella, autore di infinite hit. Ancora più originale e innovativo, però, è il suo progetto solista, Tropico, capace di esplorare ogni sfumatura del pop italiano, come dimostra ampiamente il nuovo singolo Che mma lassat’ a fa, disponibile a partire dal 21 luglio in radio e su tutte le piattaforme digitali.

Prodotto da D-Ross e Startuffo, due producer di culto napoletani, Che mma lassat’ a fa è un omaggio alla città d’origine di Tropico, per un brano dal tiro irresistibile e squisitamente estivo. “Questa canzone, come tutte le mie, sta sulle relazioni, tra le persone” racconta il diretto interessato. “Sviluppare pensiero in una qualunque forma d’arte per me ha senso solo se in qualche modo si resta connessi alla cosa più importante, la gente. La musica è della gente. Anche un pensiero che vola nella stratosfera deve avere un filo che lo lega a qualcuno, se no non vale nulla. ‘Nun m’arricord cchiù che me lassat’ a fa’ (Non mi ricordo più che mi hai lasciato a fare)… è una sensazione che mi è capitato di vivere e far vivere, sarà capitato a tutti. Le mie fragilità mi restano incredibilmente attaccate addosso, per raccontare delle storie che vadano a toccare dei tasti sensibili per me, della mia vita… Quando vai a sfiorare una vecchia ferita, il ricordo di come te la sei fatta ti lascia sempre qualcosa”.

Che mma lassat’ a fa è anche l’occasione di fare un annuncio importante: il nuovo album solista di Tropico, il secondo della sua lunga carriera, uscirà infatti a fine settembre.

CHE MME LASSAT’ A FA – TESTO

Maró che apocundria
Ma sto sconvolt e nun me riesco a arripiglià
Mannagg’ a morte, era meglio ca me steve je sulo
S’è fatt notte e mo nun voglio cchiù pazzià ccu tte
Ma arò me ne vogli je
Si ce so jute a sotto e mo che chiagne a ffa
Chell che vvuó m’accire sempe dinto o scuro
Nun me ne fotte, je me voglio arricurdá ‘e te

L’amore spacca Napoli esattamente nel centro, un’autostrada nel vento
Non sparire, vienimi a cercare che a morire serve più tempo
Jungle fever, paranoia urbana
Otto e mezzo sulla meridiana
Pensami quando sarai lontana per un attimo

E nun m’arricord cchiù
Che mme lassat’ a ffa
Che voglia ‘e te ‘ncuntrà
Pe te vasà na vota ancora
Vaje fujenno ma nun te scurdà ‘e me
Na bugia pe nun me scurdà maje ‘e te
E mo nun chiange cchiù
Stasera nun vvuó sta tu sola

Maró che apocundria
Ma sto sconvolt e na manera amma appattà
Mannagg’ a morte, era meglio ca me steve je sulo
Si me caresse o munn ncopa je me sto cca cu te
Ma aró me ne voglio je
Si ce so jute a sotto e mo fame appiccià
S’è fatt tard pure pe na preta e fumo
Nun me ne fotte, je me voglio arricurdá ‘e te

E Fuori la Certosa quante sigarette
Quante discussioni, ma hai ragione tu
La vita, il vino, Paolo Sorrentino
Il mare che è vicino, l’anima che è blu
E qui sono le sette e sette come Kvaratskhelia
Sento il diavolo lungo la schiena
Fai sparire tutto in una sera per un attimo

E nun m’arricord cchiù
Che mme lassat’ a ffa
Che voglia ‘e te ‘ncuntrà
Pe te vasà na vota ancora
Vaje fujenno ma nun te scurdà ‘e me
Na bugia pe nun me scurdà maje ‘e te
E mo nun chiange cchiù
Stasera nun vvuó sta tu sola
Stasera nun vvuó sta tu sola
Stasera nun vvuó sta tu sola

E nun m’arricord cchiù
Che mme lassat’ a ffa
Che voglia ‘e te ‘ncuntrà
Pe te vasà na vota ancora

ultime canzoni inserite

Fred De Palma – Passione

Benjamin Ingrosso – Look Who’s Laughing Now

Onerepublic – Hurt

Rita Ora – Ask & You Shall Receive