Partenza in auto: i consigli per viaggiare sicuri

Prima di fare una partenza in auto è bene ricordare alcune cose importanti. Ce ne parla Claudio Cangialosi di sicurauto.it

Questa mattina a Radio Kiss Kiss abbiamo parlato della partenza in auto e di come viaggiare sicuri.

Per approfondire l’argomento è intervenuto Claudio Cangialosi, direttore sicurauto.it:

Quali sono i consigli da seguire prima di una partenza in auto?
«Sicuramente, la prima cosa è quella di vedere le previsioni del traffico, per non restare imbottigliati per ore. Inoltre, vi ricordo di tenere sempre anche la ruota di scorta in auto e di controllarne le condizioni. Un’atra cosa importante da fare è quella di sistemare bene le valigie nel portabagagli, mettendo quelle più pesanti in fondo, e regolare la pressione delle gomme, che varia a seconda del peso da trasportare. Altro consiglio: ricordarsi che, quando l’auto è molto carica di bagagli, ha un comportamento diverso, con frenate che si allungano e le accelerazioni che sono meno vigorose.»

Entro quando bisogna passare dalle gomme invernali a quelle estive?
«Dal 15 aprile al 15 maggio è il periodo in cui si possono cambiare le gomme da quelle invernali a quelle estive, se siamo stati obbligati a metterle dalle ordinanze locali. Importante: le gomme invernali vanno tolte quando la temperatura media supera i 7°, perché le loro condizioni tecniche permettono una migliore frenata durante l’inverno, ma molto peggiore durante l’estate. Per esempio, quando servirebbero le gomme estive e invece abbiamo le gomme invernali, ad 80 km/h la frenata si allunga addirittura di sei metri.»

C’è qualche documento da non dimenticare?
«Sì, assolutamente non dobbiamo dimenticare il libretto di circolazione, la patente in corso di validità e il certificato di assicurazione. Importante avere anche il modulo CAI.»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Dopo sei anni Beyoncé torna con un nuovo album dal titolo “Renaissance”. L’uscita è prevista per il 29 luglio.
Prenotare le vacanze online comporta sempre un rischio truffe. Ne parliamo con Alessandro Petruzzi, vicepresidente Federconsumatori.