City Trees, pannelli con piante per assorbire l’inquinamento

In Europa stanno spopolando già da tempo i City Trees, pannelli artificiali composti da piante e muschio per migliorare la qualità dell'aria.

Per il Green Kiss di oggi, in “Portami a Casa, KissKiss!” con Rita Manzo, vi raccontiamo dei “City Trees“, pannelli ideati per migliorare la qualità dell’aria nelle metropoli.

Più della metà dell’umanità vive nelle città. Eppure, la nostra risorsa più importante, l’aria che respiriamo, in molte metropoli è così inquinata che il vitale atto del respirare sta danneggiando la nostra salute.
Dalla necessità di migliorare la qualità dell’aria nelle aree urbane sono stati creati i City Trees, ideati dalla startup tedesca Green City Solutions.

Non si tratta di alberi veri e propri, ma di pannelli artificiali dotati di strutture di filtraggio dell’anidride carbonica (CO2) e del biossido di azoto (NO2), e ricoperti di piante vive e muschio. Sotto i pannelli verdi, sono installate comode panchine che permettono a chi si siede di prendere una bella boccata d’aria pura!

Rilasciando ossigeno fresco, i “City Trees” sono capaci di assorbire l’equivalente di 275 alberi reali (occupando però meno spazio) e creando micro-ambienti di aria pulita. In sostanza, sono delle vere e proprie foreste in miniatura.

Alcune fra le più grandi metropoli d’Europa, come Londra, Parigi, Amburgo, Dresda e Berlino, hanno già da tempo adottato questa tecnologia green a beneficio degli abitanti.
In Italia, la prima ed unica a sperimentare i City Trees è Modena.

Non solo arredo urbano o luogo di sosta, con i City Trees la panchina si trasforma in fonte di benessere per l’ambiente e per i cittadini. Un’ottima soluzione che ogni città dovrebbe adottare.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Dopo sei anni Beyoncé torna con un nuovo album dal titolo “Renaissance”. L’uscita è prevista per il 29 luglio.
Prenotare le vacanze online comporta sempre un rischio truffe. Ne parliamo con Alessandro Petruzzi, vicepresidente Federconsumatori.