La giovane promessa Goldielocks in “American Wedding”

Dopo i singoli ”Angeline” e ”Electrifying”, "American Wedding"  anticipa l’EP di debutto di Goldielocks in uscita a novembre 2023.

L’artista rivelazione finlandese

GOLDIELOCKS

insieme alla cantautrice italiana

svegliaginevra

IL NUOVO SINGOLO

IN RADIO DAL 27 OTTOBRE

”AMERICAN WEDDING”

Goldielocks sarà LIVE

il 23 e 24 novembre a MILANO

in occasione della MILANO MUSIC WEEK

É uscito oggi in digitale ed entrerà in rotazione radiofonica venerdì 27 ottobre ”American Wedding”, il nuovo singolo dell’artista rivelazione finlandese Goldielocks insieme a svegliaginevra. Questa collaborazione unisce due talenti eccezionali combinando inglese e italiano in un brano che racconta la fine di una storia d’amore e trasporta l’ascoltatore in un’atmosfera eterea.

Dopo i singoli ”Angeline” e ”Electrifying”, American Wedding”  anticipa l’EP di debutto di Goldielocks in uscita a novembre 2023.

La collaborazione con l’artista italiana svegliaginevra, che con il suo pop elegante e personale vanta oltre 15 milioni di stream su Spotify, ed è stata più volte il volto di Indie Italia, Scuola Indie e Indie Triste, è nata come una fusione di spiriti affini: «Ho sempre amato la lingua italiana, ho un partner italiano. Mentre stavamo realizzando questa canzone, ho capito subito che avevo bisogno di un feat per portarla verso una nuova prospettiva. Insieme ai produttori, ho pensato che sarebbe stato divertente scegliere una lingua diversa dall’inglese, in contrasto con il titolo. svegliaginevra ha uno stile di scrittura simile al mio e una bellissima poetica, quindi sapevo che sarebbe stata perfetta per questo brano e, con la lingua italiana, i pezzi sono andati al loro posto» racconta Goldielocks.

L’artista finlandese trasporta il suo pubblico in un mondo cinematografico pieno di emozioni intense, dove i fili del passato e del futuro si intrecciano perfettamente. La voce unica dell’artista e i testi fortemente narrativi conducono l’ascoltatore in una realtà alternativa, dove ognuno può sentirsi protagonista della storia. Nella sua musica, Goldielocks combina sonorità appartenenti a band dei decenni passati con il pop contemporaneo influenzato dall’indie.

«Mi piace pensare a me stessa prima di tutto come a un narratore. Per me è importante che tutto sia in linea con la narrazione, a partire dalla produzione fino ai testi, passando per la parte visiva. Ogni canzone ha il suo arco, per così dire, drammatico. Mi affascinano gli estremi, il dramma e le grandi emozioni. “American Wedding” racconta la fine di una relazione senza senza grandi urla, pianti o drammi. Al contrario, le persone si allontanano, e proprio questo è il motivo per cui il tutto è così doloroso. Perché anche se si vuole amare, non si può forzare questo sentimento nel momento in cui scompare. Ma quando non ci sono drammi che hanno portato all’allontanamento e non si prova rabbia nei confronti dell’altra persona, dopo la separazione ci si chiede se quella fosse la decisione giusta da prendere e niente è più lo stesso. Nel testo dico le cose in maniera diretta e schietta. Voglio affrontare anche argomenti difficili e chiamarli con il loro nome. Mi auguro che il mondo creato dalla mia musica sia un luogo in cui si possa trovare la forza e il coraggio per vivere la propria vita. Non voglio mai fare nulla di insignificante. Con la mia musica, voglio affrontare delle sfide, essere artisticamente ambiziosa e avventurarmi anche al di fuori della mia comfort zone» afferma l’artista. 

La musica di Goldielocks su Spotify ha guadagnato terreno nelle principali playlist indie internazionali come Lemonade e Indie Highlights.

L’artista si è esibita per la prima volta dal vivo a inizio ottobre in uno showcase in occasione del festival internazionale Lost in Music (Tampere, Finlandia). Per quest’anno è in programma un tour che toccherà alcune delle principali città europee: Reykjavik, Milano (il 23 e il 24 novembre, in occasione della Milano Music Week), Berlino, Monaco, Francoforte e Colonia.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Il FEM (Future Education Modena) è un centro per l’innovazione in campo ambientale ed educativo che sviluppa progetti in grado di coinvolgere i ragazzi delle scuole italiane