Il #FreeBritney vince: Britney Spears è finalmente libera

Britney Spears dopo 13 anni è libera: il movimento #FreeBritney ha vinto! La cantante americana può disporre della sua vita autonomamente.

Cantautrice, ballerina, show girl e stilista. Britney Spears nella sua vita ne ha fatte davvero tante! Aveva appena diciassette anni quando è entrata per la prima volta nell’industria musicale, facendosi conoscere dal grande pubblico. E’ il 28 settembre 1998 quando esce il suo primo singolo “Baby One More Time” che vendette più di 10 milioni di copie, da lì alti e bassi, senza però fermarsi mai.

Oltre vent’anni di carriera, è una delle icone pop della cultura femminile musicale di maggior successo, guadagnandosi l’appellativo di “Principessa del POP” (Princess of POP). Ha collaborato con artisti di fama internazionale come Madonna, Michael Jackson, Giorgio Moroder, Pharell, Sia, Beyoncè, John Legend e tantissimi altri ancora.

Ed è di poche ore fa la notizia secondo cui la cantante – dopo 13 anni dalla custodia legale – sarebbe libera. Nel 2008 – a causa di una gravissima crisi nervosa – il Tribunale di Los Angeles assegnò al padre la Conservatorship, uno strumento legale che si applica per impedire a determinate persone – considerate dalla legge inabili di prendere certe decisioni – di gestire il proprio patrimonio o alcune scelte personali. Così, per l’appunto, contro il volere della cantante stessa, la sua tutela legale venne affidata al padre, James Spears. 

Ma la storia non finisce qui. Nel 2019 nasce il movimento #FreeBritney, sono i fan più affezionati (oltre 36,3 milioni solo su instagram) a dargli vita, supportati da numerose celebrità del panorama internazionale musicale e non, amici della cantante. Cosa rivendica questo slogan e tutto il movimento? La libertà di Britney. Secondo i fan, infatti, la cantante sarebbe stata sottoposta ad una presunta tutela abusiva da parte del padre, che per tanti anni si è occupato di amministrare il patrimonio e le finanze della figlia e le sue scelte più personali in maniera del tutto sbagliata ed egoista. Nonostante le numerose richieste della Spears nel revocare tale ruolo a James Spears, sostenendo anche accuse forti: di essere stata drogata e costretta da quest’ultimo a lavorare contro la sua volontà. 

“E’ il più bel giorno della mia vita” afferma allora così la cantante, il 12 novembre 2021. Le richieste, gli sforzi e le lotte della Spears e di tutti i suoi fan sono stati esauditi.

Britney Spears è libera, finalmente.

Sono passati almeno due anni dal lancio di #FreeBritney ed ora la bella notizia: il giudice della Corte Suprema di Los Angeles , Brenda J. Penny, ha chiuso questo cerchio padre- figlia. Dopo 13 anni è stata revocata la custodia legale al padre e la cantante statunitense può predisporre autonomamente del suo patrimonio e della sua vita personale.

Che dire, tanti auguri a #Britney!

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Dopo sei anni Beyoncé torna con un nuovo album dal titolo “Renaissance”. L’uscita è prevista per il 29 luglio.
Prenotare le vacanze online comporta sempre un rischio truffe. Ne parliamo con Alessandro Petruzzi, vicepresidente Federconsumatori.