Elezioni midterm USA: i risultati e cosa può succedere

Giampiero Gramuglie è intervenuto su Radio Kiss Kiss, parlandoci dei risultati e delle conseguenze delle elzioni midterm americane.
Questa mattina, in Good Morning Kiss Kiss, abbiamo parlato delle elezioni midterm del Senato statunitense con l’esperto Giampiero Gramaglia.

Buongiorno Giampiero! Negli Stati Uniti ci sono state le elezioni di Midterm: quali sono i risultati più importanti di questa tornata? Sappiamo che i Democratici sono riusciti a contenere l’ondata Repubblicana.

«Buongiorno, Kiss Kiss a tutti. Sì, in effetti è un modo per rappresentare bene una sconfitta. Ma in effetti si aspettavano un 4-0 e invece è finita 1-0. Ma hanno comunque perso. Il controllo della Camera è passata ai Repubblicani, quello del Senato è in bilico ma forse resterà ai Democratici. Quindi, i Repubblicani rosicano perché pensavano di vincere largamente, i Democratici gongolano perché pensavano di perdere malamente. Ma di fatto, la seconda metà del mandato Biden sarà più complicata perché avrà una Camera repubblicana che gli metterà il bastone tra le ruote. È un “tagliando” che la Costituzione americana prevede, che possono mostrare scontento per il governo. È un voto che in genere penalizza il partito al potere, anche stavolta è stato così.»

Sembra che sia Democratici che Repubblicani abbiano commesso degli errori in questa campagna. Quali sono i motivi secondo te?

«I Repubblicani si sono affidati, nelle primarie, a dei candidati vicini a Trump, pronti a giurare che Biden è un presidente illegittimo. Non è vero, ma Trump sostiene questo. Però questi sono candidati divisivi, che hanno un appoggio nella destra, soprattutto quella estrema e fondamentalista, ma i moderati potrebbero esitare a votarli. Non tutti hanno ottenuto il risultato che hanno avuto nelle primarie. Ad esempio, in questa tornata la Pennsylvania è stato uno stato chiave, dove due trumpiani hanno perso sia nella corsa a governatore che in quella a senatore. Questo indebolisce l’immagine di Trump e rafforza quella di Ron DeSantis, governatore della Florida, suo potenziale rivale interno per ottenere la nomination alle elezioni.»

In chiusura, quali influenze su Italia ed Europa possiamo prevedere da queste elezioni midterm?

«Forse ci aspettiamo qualcosa su un fronte che gli americani non pensavano, cioè alla guerra in Ucraina. Può darsi che con una maggiore influenza repubblicana, ci possa essere più difficoltà a essere irremovibili sugli aiuti all’Ucraina. Può darsi che quello che tssa succedendo in questa guerra induca a modificiare la linea. Anche tra i democratici ci sono spinte su Biden affinchè induca ad aprire un negoziato.»

Grazie Giampiero, a presto!

«A voi!»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

“All I Want For Christmas Is You” è il classico natalizio per eccellenza. Ma quanto porta, ogni anno, nelle tasche di Mariah Carey?
Nasce il primo “sindacato” per animali lavoratori: ne ha parlato su Radio Kiss Kiss il fondatore Nicolò Bissolati.