Ecco tutte le novità fiscali in arrivo

Quali novità ci sono all'orizzonte? Tonerà in vigore il "Redditometro"? In cosa consiste il bonus smart working?

Questa mattina in Good Morning Kiss Kiss abbiamo parlato di fisco.

Quali novità ci sono all’orizzonte? Tonerà in vigore il “Redditometro”? In cosa consiste il bonus smart working?

Per fare chiarezza sull’argomento abbiamo ospitato Francesco Oliva, direttore di informazionefiscale.it:

“Redditometro? Sarà utilizzato veramente, occorre però fare una precisazione. Non è mai stato abrogato ma soltanto sospeso nel 2018 con il decreto dignità. Si è fatto per migliorare i criteri che fanno scattare i controlli delle autorità. Dallo scorso 10 giugno fino al prossimo 15 luglio è aperta una consultazione con il Ministero delle finanze, tutte le associazioni rappresentative dei consumatori suggeriranno i criteri relativi alla propensione la risparmio ed alle spese. Il redditometro scatta quando i nostri consumi non sono più in linea con il reddito, questo controllo e le relative sanzioni non sono automatiche ma successive ad un dibattito in cui il consumatore può difendersi e dimostrare la provenienza del denaro. Oggi il redditometro è sospeso, quando verrà varato il nuovo decreto (nella seconda metà di luglio) dovremo augurarci che i nuovi parametri evitino distorsioni. Riforma del fisco? Il Governo lavora ad una riforma nell’ambito del PNRR, entro il 31 luglio verrà varata una legge delega che autorizzerà il Governo ad emanare una serie di decreti legislativi che disciplineranno diversi aspetti del fisco. Dalla semplificazione delle leggi in testi unici fino all’azione sull’IRPEF con rimodulazione delle aliquote (che oggi sono 5). Bonus smart working? Non bisogna fare alcuna richiesta, lo applica il datore di lavoro. E’ una premialità fino a 516 euro e totalmente priva d’imposte…”

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Dopo sei anni Beyoncé torna con un nuovo album dal titolo “Renaissance”. L’uscita è prevista per il 29 luglio.
Prenotare le vacanze online comporta sempre un rischio truffe. Ne parliamo con Alessandro Petruzzi, vicepresidente Federconsumatori.