Addio a Raffaella Carrà, regina della televisione italiana e icona musicale

Raffaella Carrà, regina della televisione italiana e icona musicale nel mondo, ci ha lasciati all'età di 78 anni.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Raffaella Carrà è stata non solo “regina della televisione italiana” fin dai primi anni ’70 sull’onda del grande successo di “Canzonissima” ma anche un’icona musicale, in Italia e all’estero, soprattutto in Spagna e in America Latina, con più di 60 milioni di dischi venduti.

Appena un anno fa il quotidiano britannico “The Guardian” ha celebrato Raffaella Carrà come sex symbol europeo, definendola «l’icona culturale che ha insegnato all’Europa le gioie del sesso». Il merito di questo appellativo arriva da molto lontano, grazie al 45 giri pubblicato nel 1971: “Tuca tuca“, la danza sexy che ruppe un tabù nella musica e in televisione. Tanti i brani ironici e trasgressivi, ma mai volgari.

«Oltre a diventare una delle personalità più conosciute nella sua nativa Italia, Raffaella Carrà – scriveva ancora “The Guardian” – ha fatto scalpore nel mondo di lingua spagnola del XX secolo. Dove la Svezia aveva gli Abba, l’Italia aveva la Carrà, che ha venduto milioni di dischi in tutta Europa.»

Nel 1974 Raffalla Carrà pubblica “Rumore” con un arrangiamento che ha anticipato il groove utilizzato da tanti producers creatori di suoni e tendenze musicali molti anni dopo. Dal 1976 al 1977 vengono pubblicati tre singoli che hanno un comune multiplo, il lato B con la stessa canzone “A far l’amore comincia tu” che diventa un caso discografico simile ad “I will survive” di Gloria Gaynor.

Fu l’inizio della festa musicale con un’unica protagonista: Raffaella!
Tanti Auguri“, “Pedro“, fino ad arrivare a Bob Sinclar, autore del remix di “Far l’amore” ma anche di “Forte“.

Icona e fonte di ispirazione per tanti artisti che, a loro volta, sono amatissismi dal pubblico.

Tiziano Ferro ha cantato “E Raffaella è mia“; Noemi scrive della Carrà sul suo profilo IG: «Sei e rimarrai un’icona per tutti ma per me sei stata anche insegnante, amica, guida, e faro nella notte»; Vasco ha postato: «La più BELLA e la più brava di sempre!! Ciao Raffaella».

Gianni Morandi ha scritto: «5 Luglio. Che dolore..non ci voglio credere!»; Achille Lauro ha postato una sua foto da ragazza accompagnata da un cuore; Laura Pausini: «Sei stata, sei e sarai l’unica regina. Per me, per tutto il mondo».

Raffaella Carrà, una Regina per sempre.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Dal 30 settembre al cinema si potrà vedere “Respect”, il film sulla vita di Aretha Franklin interpretata da Jennifer Hudson.
Il giornalista Giampiero Gramaglia è intervenuto a Radio Kiss Kiss per fare il punto della situazione in Afghanistan.