ARTRITE REUMATOIDE: LE RISPOSTE DELL'ESPERTO DI PRESA ALLE VOSTRE DOMANDE

21.6.2017.presa

ARTRITE REUMATOIDE: LE RISPOSTE DELL'ESPERTO DI PRESA ALLE VOSTRE DOMANDE

Nell'ultimo appuntamento con Presa, il network editoriale di Prevenzione e Salute, abbiamo parlato di artrite reumatoide. Ecco le risposte del professore Roberto Caporali alle domande fatte dagli ascoltatori.

Claudio: Ho contratto questa patologia nel 2005 e dal 2007 mi curo con i farmaci biologici (embrel 50) ed ho ottenuto ottimi risultati. Volevo chiedere se ci sono nuovi farmaci o in sperimentazione c'è qualche significativa novità. Attendo vostre . grazie

Ci sono molte novità in campo farmacologico, ma quando vi è una risposta ottimale ad uno dei farmaci biologici (Enbrel in questo caso) non vi è alcuna indicazione a cambiarlo. Le opportunità rimangono nel caso di una perdita della risposta al farmaco in uso.

Sebastiano:Sono 2 anni che non prendo medicine ho cercato di resistere ma non c'è la faccio più purtroppo ho girato tanti ospedali e ho capito che siamo fermi in campo scientifico ma se avreste qualche novità di farmaci più concreti vi prego di farmi sapere grazie tanto

Il concetto essenziale per una corretta terapia dell'artrite reumatoide è diagnosi precoce & trattamento precoce. Resistere in caso di artrite reumatoide (diagnosticata da un reumatologo) non è l'ideale. Nel campo dell'artrite reumatoide ci sono stati negli ultimi anni notevolissimi progressi, ma il progresso maggiore è la consapevolezza che anche i farmaci tradizionali possono portare a grandi risultati se usati precocemente. Un contatto frequente con un reumatologo permetterebbe di discutere di questo e di scegliere la strategia migliore, per poi adattarla a seconda della risposta clinica, di laboratorio e radiologica.

Maria: Buonasera e grazie per questa possibilità. Sono affetta da fibromialgia e inizio di artrite psoriasica, scoperte da qualche mese, ma i sintomi da almeno 4 anni. Mia figlia ha 16 anni e da due si lamenta di dolori alle caviglie e ai polsi ai quali ha anche delle cisti dolorose, ha problemi di insulina ( ne produce troppa ), ha l'utero cistoso che controlliamo ogni anno e da quando è nata dorme poco la notte, sente ogni minimo rumore, anche se le aggiusto le coperte....potrebbe avere anche lei come me una malattia reumatica? Abbiamo appuntamento dal reumatologo a metà luglio, ma intanto vorrei togliermi questo dubbio...grazie in anticipo per la risposta.

Purtroppo non è possibile fare una diagnosi per email. è inoltre difficile interpretare i sintomi riferiti senza un contatto diretto con la paziente. La scelta di sentire un reumatologo mi sembra la migliore: sono certo riceverà risposte e rassicurazioni.

Simone: Quali sono i sintomi più comuni che fanno pensare all'artrite reumatoide?

Dolori articolari, prevalenti alle piccole articolazioni delle mani e dei piedi. Dolore presente anche e soprattutto a riposo, con rigidità al mattino prolungata (1 ora o più). In questo caso è utile una valutazione dal proprio medico che deciderà se opportuna una valutazione reumatologica e/o l'esecuzione di esami generali.

Filomena: Quanto può aiutare una corretta attività fisica nel combattere i sintomi?

Una corretta attività fisica è sempre di aiuto, non a combattere i sintomi ma come aiuto alla terapia per mantenere la mobilità articolare. E' essenziale, in caso di pazienti affetti da artrite reumatoide, discuterne con il proprio reumatologo: a seconda delle fasi di malattia e delle articolazioni coinvolte l'attività fisica consigliata può essere diversa. In generale la ginnastica in acqua è usualmente molto utile.

Info e dettagli su prevenzione-salute.it

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.